Heartbeast<small></small>
Jazz Blues Black − Blues

Wellbad

Heartbeast

2019 - Blue Central Records / IRD
15/09/2019 - di
I Wellbad, gruppo di Amburgo, sono padroni indiscussi della scena Roots`n`Blues,
e, come nei precedenti album Judgment Days (2015) e The Rotten (2017), con questo nuovo, dal significativo titolo Heartbeast, i componenti la band approfondiscono la loro spiccata tendenza per il bizzarro e il morboso, costruendo un lavoro insolito, ricco di sfumature.


Il cantante Daniel Welbat, figlio d`arte, ha una voce ruvida, logora e ispirata, con la quale conduce l`ascoltatore attraverso la storia della tragica vita del regista di B movies E.L. Kruger, perdutosi per motivi economici; i Wellbad lo risarciscono dell`oblio, con una sorta di colonna sonora, energica e vivace, di un film mai girato, ma che l`ascoltatore può vedere nettamente oltre le note.

Brani come Elephant Man, Robbery, Skeleton o Limited Tears raccontano storie oscure e presentano un mondo vagamente psichedelico, con testi a volte inconsueti, ma sempre adatti agli arrangiamenti, che recuperano omaggi al funky (Let it sin), vibrazioni voodoo, evocano l’up tempo (Robbery), onorano il blues sporco, strizzano l’occhio a Memphis e a New Orleans, ricordando anche il compianto Dr. John.


Una scommessa decisiva, per la band, è costruire un album tutt`altro che mainstream; tuttavia, per quanti intendono dedicarsi all’ascolto approfondito del disco, sono nascoste molte piacevoli scoperte, come il duetto con la canadese Samantha Martin Bad Day For The Blues, o la suggestiva ballata Spit it out, che, a dispetto del titolo, regala sensazioni emozionanti, grazie a un’interpretazione superlativa di Welbat e a sonorità evocative.

Sugli scudi, però, tutti i componenti la band: Jonas of Orde (batteria), Joachim Refardt (tastiere e tromba), Stefan Reich (basso) e Arne Vogeler (chitarra solista), cinque musicisti di talento al servizio di un lavoro denso di cuore e maestria; chissà che non possiamo vederli in azione in uno dei tanti festival blues italiani.

Track List

  • Young
  • Elephant Man
  • Robbery
  • Heal A Wound
  • Skeleton
  • The Void
  • The Overfeeding
  • Off-Tuned Body
  • Bad Day For The Blues
  • Limited Tears
  • Let It Sin
  • Spit It Out