The Great Dot EP<small></small>
Rock Internazionale − Songwriting − Folk

Viva Lion!

The Great Dot EP

2013 - CoseComuni
10/09/2013 - di
Ogni colonna sonora, si sa, deve avere il suo viaggio. Eh si, perché se la storia è quella di un musicista, non è obbligatorio dire il contrario, anche perché è in questo modo che l’artista romano Daniele Cardinale, ovvero Viva Lion! Ha saputo raccontarci la sua bella avventura americana, condivisa con amici artisti che hanno notevolmente contribuito alla realizzazione del suo primo EP. 

Esce per Cosecomuni, l’etichetta dei Velvet, anch’essi protagonisti di questa esperienza nella firma dell’ultima traccia dell’album, la sognante interpretazione di Footloose (da una soundtrack anni ’80). E ricco dell’elemento sogno, che poi è il sogno realizzato, quello di ‘Voler suonare, andiamo e suoniamo’, nella sua leggerezza e nella sua beatitudine, è un po’ tutto il lavoro. Le melodie sono quelle di un folk dilatato, con venature pop intelligenti, ben concepito nella sua anima acustica accorta di strumenti elettrici e digitali, ove l’impalcatura vocale progredisce in un crescendo di intensità che regala all’ascolto speranze e buone vibrazioni, con un pizzico di nostalgia. 

Tante sono le fotografie sonore di questo trascorso che incomincia dal Canada, luogo in cui Cardinale scopre il folk e se ne innamora perdutamente, a tal punto di fargli lasciare in sospeso la sua anima più punk. Da lì, il viaggio per la California è un passo breve e, in quel contesto, arrivano le prime date, prevalentemente house concert e piccoli club per poi arrivare alle esibizioni sulle spiagge di Santa Monica. Il tutto sorretto da una storia d’amore sulla lunga distanza, perno centrale del lavoro, visto che The Great Dot  altro non è che il punto verde della webcam, salvezza comunicativa utilizzata in questo tipo di relazioni. 

Molteplici le collaborazioni: il cantautore italiano Gipsy Rufina introduce quella che sarà l’ambientazione generale dei brani, attraverso la sua performance in Even If . Si scoprirà poi un’atmosfera ancora più delicata, grazie a una brava cantante della Virginia, Megan Pfefferkorn che interviene su Goodmorning/Goodnight. Un momento di introspezione in solitaria è invece ciò che accade in The Thrill, il brano più duro, per poi tornare subito alla freschezza in Some Investments are Recession che vede co-protagonista Roads Collide, un altro buon roots-traveller. 

Della qualità di questo lavoro siamo molto soddisfatti. E’ bello percepire, senza sforzi, i sentimenti sinceri di un successo on the road. Speriamo che questo eccezionale EP sia il primo capitolo di un’avventura ancora più grande. 

 

 

Track List

  • Even if
  • Goodmorning/Goodnight
  • The Thrill
  • Some Investements are Recession
  • Footloose