Retròattivo<small></small>
Emergenti − Songwriting − Pop

Versus

Retròattivo

2011 - Mescal/Universal
18/04/2011 - di
Gli anni 80 non sono mai stati cosi vicini.    
I Versus, sono una band padovana formatasi all’inizio del nuovo millennio, un quartetto spinto dalla comune voglia di emulare il passato musicale delle band cult dello scorso secolo.                                                                     
Sperimentalismi, synths, rivisitazione del rock psichedelico dei mitici Pink Floyd sono alla base del progetto Retròattivo, dove l’accento sulla “o” fa la differenza; è uscito a febbraio 2011, per Mescal con distribuzione Universal.
Appare come un vaso di pandora che non crea scompiglio, ipnotizza piuttosto, equilibrato, ordinato, e dalle atmosfere oniriche. Una fantasia leggera che fluttua sulla realtà.   

Le melodie psichedeliche danzano con i testi enigmatici che ricordano Franco Battiato, con il quale collaborano in Cosa ti aspetti da questa notte? Il cantautore catanese chiude il brano con il suo inconfondibile inglese. Questo pezzo è stato scritto a quattro mani con Lele Battista, così come Profondamente dentro; in questo caso però è possibile assaporare un duetto tra i Versus e Lele.
Forse ironicamente o per beffa, il disco è aperto da Titoli di coda, omaggio al Principe Antonio De Curtis, una serie di campionamenti che si snoda tra liriche, avvisi d’aeroporto, messaggi pubblicitari e una celebre frase di Totò “questa è la civiltà. Hai tutto quello che vuoi, quando non ti serve”.
Il singolo che ha anticipato l’uscita del disco, Torre di controllo, si apre tra i synths ma si conclude come un pezzo di glam-rock, quello di Bowie per intenderci. Sembra di udire i Bluvertigo dei primi tempi in Melody pops: “i ragazzi pensano al rock … fanno uso di elettronica”, frase che li descrive a pieno.  Stare Alzati  ricorda i film di spionaggio degli anni ‘70,  anche in questo caso Totò fa da sottofondo, ma è Andy a cullarci col sax, sul finale. E se alcuni pezzi ricordano vagamente i Bluvertigo, Ragazza farfalla ci conduce ai Baustelle.    
                   
I Versus sono quattro giovani musicisti, con la voglia di sperimentare, e con le “amicizie giuste”. La band padovana, afferma che “In Italia si fa tutto per soffocare l’arte”: speriamo di smentire questo luogo comune. Ha talento da vendere, e non è un caso che Battiato li abbia indirizzati verso questo cammino.

Track List

  • TITOLI DI CODA
  • TORRE DI CONTROLLO
  • COSA TI ASPETTI DA QUESTA NOTTE
  • MELODY POPS
  • STARE ALZATI
  • LA COLAZIONE DEL SIG.MARCHESE
  • FRASI A METà
  • PROFONDAMENTE DENTRO
  • MI RACCOMANDO
  • RAGAZZA FARFALLA
  • VERSI NEL BICCHIERE