Movin`<small></small>
Jazz Blues Black • Jazz • Contemporaneo europeo

Urban Fabula Movin`

2020 - T.R.P. Music

08/04/2021 di Vittorio Formenti

#Urban Fabula#Jazz Blues Black#Jazz

Trio di grande interesse questa formazione composta dai siciliani Seby Burgio (piano e Fender Rhodes), Alberto Fidone (contrabbasso) e Peppe Tringali (batteria).
Artisti con formazione classica arricchita poi da esperienze in ambito pop e jazz che in questo progetto (diremmo quasi un “concept”) rendono con mirabile sinergia gli effetti dei diversi indirizzi.

In Movin’ quello che colpisce di più è la capacità di narrare ricorrendo a ingredienti diretti; riff chiari, idee basate su trame semplici ma sfruttate a fondo, senso del lirismo ed eccellente sensibilità ritmica consegnano all’ascolto un disco che attrae sia per la piacevolezza che per la profondità.

La gradevolezza è ampiamente debitrice della matrice latina e, in estensione, europea ed impressionista. L’ostinato vira frequentemente al canto, le dinamiche evitano evoluzioni da pianissimi a fortissimi e preferiscono progressioni sia ritmiche che armoniche, non disegnando chiusure aperte che evitano le solite cadenze scontate.

Il lavoro pare legato alla scrittura (anche se da intendersi come canovaccio) più che all’improvvisazione che pur non è assente anche se si mantiene sovente aderente agli elementi tematici dei pezzi. L’ascoltatore pertanto segue con facilità le evoluzioni dei brani apprezzandone le numerose sfumature.

Dovessimo scegliere un brano esemplificativo ci orienteremmo a Circle. L’essenzialità della trama, lo schema che sfiora il rondò, le evoluzioni ritmiche e tematiche rendono in evidenza gli ingredienti classici / jazz / pop di cui si è parlato per narrare un elemento fondamentale del progetto: la vita con le sue mutevolezze ma anche con le sue fasi cicliche.

Da non dimenticare anche i riferimenti ad elementi etnici presenti in passaggi cantati e in brani in cui la clave latina porta in evidenza quell’aspetto  di universalità che è alla radice di una delle grandi sfide del nostro tempo.

Per apprezzare il lavoro crediamo sia necessario un approccio “polifonico” all’ascolto. Infatti il combo non opera secondo schemi tradizionali di solista ed accompagnatori ma propone una forte collaborazione tra gli strumentisti, chiamati ciascuno a costruire una parte dell’edificio. Cogliere questa collettività è uno degli elementi principali per apprezzare il senso di un lavoro che merita certamente di essere conosciuto, sia per il suo apporto musicale che per quello umano.

Per i maniaci dei riferimenti si rimanda alla lezione del trio di Chick Corea (e scusate se é poco).

Track List

  • Value of Duty
  • Circle
  • Yoro
  • Opportunity the Rover
  • Jet Lag
  • Manu
  • Cubanito
  • Englishman in New York