No Drama<small></small>
Rock Internazionale − Alternative − experimental, dubstep, elettronica, pop, folk

Unepassante

No Drama

2013 - Anna The Granny Records/A Buzz Supreme/Digitalea/The Orchard
22/05/2013 - di
Correva l'anno 2010 quando UnePassante pubblicava More than one in number, i tre anni a seguire l'hanno vista protagonista di numerosi live in giro per lo stivale, a portare a spasso quel tanto aspettato disco di stampo cantautoriale.
Tre anni aiutano a crescere, i viaggi formano e  plasmano l'anima, spesso il carico di partenza non coincide con quello finale: si cambia, questa sorte è toccata anche alla splendida UnePassante ed al suo nuovo disco No Drama.

Nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma, recita così una delle leggi più importanti che regolano la chimica e quello che era partito come un esperimento di songwrithing - aboliti gli schemi - si trasforma in un disco elettronico, in continuo movimento e all'insegna dello sperimentalismo e dell'urgenza comunicativa; da questo punto di vista nessun cambiamento rispetto al precedente disco: UnePassante è da sempre stata stimolata da mondi musicali diametralmente opposti ma per gioco o per caso costretti a convivere nello stesso brano.

C'è un sottile fil rouge che lega il percorso musicale della giovane cantautrice palermitana ai mutanti personaggi della Marvel contesi tra due personalità, quella umana e quella mutante per l'appunto, forse è per questo che ascoltando No Drama ci si imbatte in Xman, un brano che lega assieme la chitarra acustica e i synth, in una logica fatta di interferenze dub step.

No drama si apre con Utterly wrong nel quale la carica sensuale della voce di Giulia Sarno è senza dubbio protagonista indiscussa del pezzo, come se i suoni emessi dalla sua bocca stessero in equilibrio perfetto come le parti di un'architettura gotica.
Abbandonati almeno per il momento le atmosfere mistiche ci si scontra con la simpatia delle sonorità pop di Seesaw, ad anche in questo caso la voce e le sovrapposizioni vocali caratterizzano la song.

Vagamente anni '20 nella fluida ed avvolgente Lullaby, altro brano all'insegna della metamorfosi anche a causa del low-fi in apertura ed in chiusura. Dopo i mutanti arrivano altre creature dalle sembianze non troppo umane in Oh my Monster, questa volta ci regala un'atmosfera acustica aiutata dagli amici di sempre: Michele Staino e Emanuele Fiordellisi.

Continuando il viaggio nella terra degli opposti ci scontriamo con War & Peace di stampo Tolstojano, a mio parere il pezzo più complesso, sorprendente ed intenso dell'album appeso tra l'orchestrale e il noise finale.

Il progetto iniziato sette anni fa si è evoluto in qualcosa di diverso e di più maturo, adesso c'è una splendida farfalla dalle ali variopinte, ma di una cosa sono certa: non c'è mai stato un bruco. Quello che resta di No Drama dopo circa 35 minuti è la voglia di vederli dal vivo, ci sarà stato un motivo se il fenomeno britannico Alt-J l'ha scelta per un tour. 

Track List

  • UTTERLY WRONG
  • SEESAW
  • VALENTINE'S, OR THE END
  • XMAN
  • LULLABY
  • WOODWORMS
  • WONDERFUL ROBOTS
  • EXTINCTION
  • WAR & PEACE
  • OH MY MONSTER