Primetime Illusion<small></small>
Americana − Rock − songwriting

Trapper Schoepp

Primetime Illusion

2019 - Xtra Mile Recordings
28/01/2019 - di
Trapper Schoepp è l`esempio di come i sogni possano diventare realtà. Il segreto? Bisogna crederci fermamente e non mollare mai, soprattutto di fronte alle difficoltà che si incontrano lungo il percorso. Per chi ancora non si fosse ancora accorto del talento e della bravura di questo ragazzo, nato e cresciuto in Wisconsin, bisogna assolutamente raccontare un po` della sua vita (artistica e non solo). E allora torniamo un po` indietro nel tempo e precisamente all`anno 2016.

Il 2016 è stato un anno nefasto, soprattutto per il mondo della musica e dell`arte in generale. Moltissimi grandi personaggi ci hanno lasciato proprio in quell’anno: David Bowie, Leonard Cohen, Glenn Frey, Prince, Merle Haggard e, purtroppo, tanti altri.  Proprio in quel periodo Trapper Schoepp si ritrova "al buio". Era reduce dal grande successo avuto dal suo precedente album: Rangers and Valentines ed era riconosciuto come uno tra i più dotati cantanti e autori tra le nuove generazioni.

A fine 2016, la fine di un`importante storia d`amore costringe Trapper a lasciare la casa dove aveva vissuto per molto tempo. In aggiunta un`ernia del disco gli causa un grave problema di salute. Nel frattempo l`America si ritrova Trump come Presidente. Alla luce delle sue condizioni personali e di quanto sta succedendo al suo Paese, Trapper Schoepp  inizia a porsi delle domande.

La risposta a queste domande è il suo nuovo album Primetime Illusion, pubblicato il 25 gennaio.

 

Abbiamo sottoposto a Schoepp alcune brevi domande per comprendere la genesi dell’album:

 

Mescalina: Ci racconti qualcosa in più sul titolo dell`album. Perché hai deciso di intitolarlo Primetime Illusion?

 TS: Primetime Illusion rappresenta le mie frustrazioni nei confronti dell`America di oggi. Il mondo intero sta osservando e qui abbiamo Trump e i suoi "thugs" (traduzione letterale "teppisti") che tentano di ingannare il popolo, con una bugia dietro l`altra. Lui (Trump, n.d.r) dovrebbe essere il leader del mondo libero e invece non rappresenta alcuno degli ideali dell`America. E` disgustoso. Non ha senso della morale. L`album ha delle inflessioni politiche ma è anche personale. Ci sono molte chiavi di lettura".

 

Mescalina: Tra i tuoi riferimenti c`è sicuramente Bob Dylan ma quali altri artisti ti hanno maggiormente influenzato?

 TS: Bruce Springsteen è la miglior droga che abbia mai preso. La sua musica mi dà la forza e mi aiuta ad affrontare gli alti e bassi della vita. Artisti come i Clash mi hanno trasmesso un senso di urgenza per la scrittura, ma Joni Mitchell mi ha reso più "astratto": le sue canzoni sono come quadri".

 

Mescalina: Sappiamo che l`album è un mix di inediti più una cover. C`è un "concept" dietro l`intero progetto?

 TS: I personaggi dell`album lottano per trovare il proprio posto all`interno della cultura americana. C`è il pilota in "Shakedown", il giocatore di bowling in "If All My Nines Were X`s" e il personaggio con il cuore spezzato in "Drive-Thru Divorce". C`è un gusto americano all`interno dei brani.

 

Mescalina: Per quanto riguarda la produzione dell`album hai scelto Patrick Sansone che ha lavorato con i Wilco. Potresti dirmi qualcosa in più in merito a questa scelta?"

 TS: Sansone è un mago ("wizard", cito testulamente). Riesce a suonare davvero qualsiasi strumento gli si metta davanti, ma, soprattutto, è un grande produttore ed è molto paziente. La sua guida "Jedi-like" ha reso la creazione di questo album molto divertente.

 

C`era tantissima attesa per l`uscita di Primetime Illusion, soprattutto dopo aver ascoltato il primo singolo estratto On, Wisconsin, brano che è stato scritto da Trapper Schoepp e Bob Dylan.

 All`inizio del 2017 uscì la seguente notizia: Bob Dylan, nel 1961, prima di trasferirsi a New York City scrisse una canzone sul Wisconsin, terra natale di Trapper Schoepp e da lui amatissima (anche l`album è stato registrato in Wisconsin, con Daniel Holter al suo studio, Wire & Vice a Milwaukee)

Dopo più di cinquant`anni Trapper Schoepp vede una foto di quelle parole (nel frattempo il manoscritto di Bob Dylan era andato all`asta per 30.000 dollari) e decide di farle diventare una vera e propria canzone.

Aggiunge così il ritornello, compone la musica e trova un titolo: On, Wisconsin.

 Dopo qualche tempo riceve una mail dal suo manager: "Dylan has it".

La canzone era arrivata fino a Bob Dylan in persona che ne rimase talmente colpito da dare il suo consenso affinché fosse pubblicata citando Trapper Schoepp e Bob Dylan come co-autori.

 Da quel momento inizieranno la rinascita di Trapper e la nascita e la produzione di Primetime Illusion.

 Che album è Primetime Illusion?

 Pensando alla collaborazione con Bob Dylan si potrebbe immaginare un album con connotazioni marcatamente folk. E, invece, sin dal primo ascolto si intuisce subito l`intento di Trapper Schoepp che ci presenta un album sicuramente folk nei testi, ma con delle sonorità rock e, in alcuni casi, nemmeno tanto velatamente punk.

 Si tratta di un album personale, perché i testi raccontano di esperienze vissute in prima persona da Trapper anche in relazione al particolare momento storico, sociale e culturale che l`America sta vivendo in questo periodo.

 Lasciamoci trasportare da Shakedown, il brano di apertura ma anche da What You Do To Her, brano che vede la collaborazione di Nicole Atkins (cantante che, tra l’altro, può vantare una  collaborazione con David Byrne e Fatboy Slim all`album Here Lies Love) in cui si tratta il tema delle molestie sessuali, considerato dal punto di vista di un uomo che non accetta tali situazioni (What You Do To Her/We All See/What You Do To Her/You Should Never Be Free), o ancora da TV Shows che tratta un tema sicuramente più leggero. Una menzione particolare merita anche l`unica cover presente nell`album. Si tratta di Freight Train, canzone scritta alla fine degli anni `80 dai Sister Double Happiness e che racconta il dramma di vivere con HIV/AIDS. Parole che tagliano come la lama di un coltello (I’ve got the plague of the century…) e sound super rock.

 Anche la copertina dell`album è interessante: l`idea è stata quella di ricreare il tipico soggiorno americano in mezzo al nulla. Grazie a Katie e Chris Kobleski la missione è assolutamente riuscita. E non possiamo dimenticare di citare Ollie, il Boston Terrier di Trapper, presente sulla copertina dell’album.

 Primetime Illusion è anche un album famigliare. Presenza costante nell’album e in ogni esibizione live è il fratello di Trapper, Tanner Schoepp, che con lui  ha condiviso l’esperienza nella band Trapper Schoepp & The Shades.

 Trapper Schoepp ha portato a termine in maniera eccellente la missione che si era prefissato: pubblicare un album che parlasse dell`America agli americani, ma dando al tempo stesso un’attenzione personale e stilistica ai testi e alla musica. Niente è casuale in questo album che si trasforma, sin dal primo ascolto, in un vero e proprio tsunami emozionale.

Track List

  • Shakedown
  • It`s Over
  • Drive-Thru Divorce
  • Freight Train
  • What You Do To Her
  • If All My Nines Were X`s
  • Backup Plan
  • Sleight of Hand
  • TV Shows
  • My Comrade
  • On. Wisconsin