Love and distance<small></small>
− Americana, Rock

The Helio Sequence

Love and distance

2004 - 2004, Sub Pop/Audioglobe
10/12/2004 - di
Ne abbiamo viste di coppie celebri, ma mai ci saremmo sognati di trovarne una anche solamente simile a quella formata da Brandon Summers e Benjamin Weikel. Un gruppo rock a tutti gli effetti qui ridotto ai minimi termini: voce, chitarra e armonica sono dominio del primo come le tastiere e la batteria spettano al compagno che vanta, peraltro, un tour in seno ai Modest Mouse.
I due giovani americani paiono ripetere i passi -non si sa quanto consapevolmente- accostandosi con l’orecchio di oggi in una sorta di impegnativa discesa in un terreno minato, a quella stagione movimentata e fulminea che è stata la “summer of love” del 1988 in quel di Manchester, dove un rock dal respiro neo psichedelico fece breccia nel cuore di mezzo mondo. The Helio Sequence si cimenta con influenze importanti padroneggiando il proprio estro con una tecnica compositiva che rende il lavoro di recupero e riadattamento di quelle pulsioni in chiave attuale particolarmente apprezzabile.
Se fin dalla bella e straniante copertina è evidente che a bollire in pentola ci aspetti più di una sorpresa, il gioco si rivela a poco a poco in tutta la sua spiazzante varietà lungo le dieci tracce di un album equilibrato, maturo e magnetico che seduce con il soffio di un’armonica, un tappeto di effettistica digitale affiancata da percussioni elettroacustiche ed una voce che par provenire direttamente dalla scuola degli Stone Roses.
I testi sono cupi e descrivono scenari urbani dove regna principalmente alienazione e disagio, nonostante ciò le melodie rimangono aperte e luminose, muovendosi libere e mantenendosi saldamente ancorate ad una visione sperimentatrice del rock che però non intende abbandonare punti di riferimento precisi quanto imprescindibili. “Love and distance” è un disco che dimostra tutt’altro spessore rispetto a quello che ci si attenderebbe nei confronti di un album nato, prodotto e registrato in casa come questo è. Uno spirito che tradisce un’innata sensibilità rockista aleggia per tutta la durata del lavoro, accostandosi ad un modello sonoro spietatamente british di derivazione Charlatans e dimostrando in più di un’occasione il proprio debito stilistico nei riguardi di certa grazia sospesa che è elemento distintivo del marchio di fabbrica Air, non a caso un altro duo.
Accostatevi a The Helio Sequence, troverete la risposta a come le sensazioni di amore e distanza possano paradossalmente coincidere, oggi.

Track List

  • Harmonica song|Repeater|Don’t look away|Let it fall apart|Everyone knows everyone|People of the secret|Blood bleeds|S.O.S.|So stop|Looks good (but you looked away)