Hail To The Kitchen<small></small>
Italiana − Alternative − Electro, italo-disco, eurodance, white funky, urban-fidget house

Tarick1

Hail To The Kitchen

2012 - The Prisoner Records/Audioglobe-iTunes
08/07/2012 - di
Volete far festa? Allora è consigliabile una musica dancettosa… dice. La regola è ballare, scatenarsi e continuare a ballare. Basta fare iniziare il disco per capire questo messaggio.

Tarick1 è un progetto che nasce con Andrea Calcagno (tempo fa, ormai) e diventa un progetto più esteso, come un pianeta, fatto di molte persone e di molte anime.

Italo-disco come filo conduttore e poi tutto il resto. Tante sono le voci, tante sono le storie e tante sono le collaborazioni; facciamo i nomi: Tommaso Cerasuolo (Perturbazione), Alberto Pernazza (Ex Otago), Filoq (Magellano), Bobby Soul (Sensasciou), Giulia Sarpero (Kramers), Stefano Cabrera (Gnu 4Tet) e Penelope Please. Quello che viene fuori è apparentemente un disco fatto di tante tracce, come una compilation. 

Quello che viene fuori è Hail to the kitchen (The Prisoner Records), ultimo lavoro di Tarick1. I pezzi non seguono una linea comune comune e spesso si ha l’impressione che ci sia poca coesione; si passa tranquillamente da momenti house a momenti dance anni ’80 (Home gay home) o ’90, fino a Il Pasto di Varsavia, il singolo, feat. Magellano, che col suo ritmo un po’ dance un po’ rap sottolinea il senso spensierato e insolito, ma anche ironico, che il disco vuole avere. Si tratta proprio di questo: di tanti modi diversi di intendere la musica. Tanti modi diversi di esprimersi. Tutto ciò se da un lato non dà coesione al disco, lo rende estremamente dinamico, adatto a tutti e soprattutto pronto per essere un disco estivo in tutto e per tutto. Hail to the kitchen deve essere preso come se fosse un qualcosa di molto ironico, è un disco fresco che va ascoltato così come suona. E bisogna ballare tanto!

Dopo rumori, suoni, balli scatenati, varie ed eventuali a chiudere l’album ci pensa un pezzo orecchiabile, che sa di mare, di spiagge, di sole e che mi ricorda, nel sound, certi pezzi di un artista francese (che ascolto spesso, molto spesso); il pezzo si chiama Usami.

È estate (e le temperature, oltre ai suoni, lo dimostrano).

Track List

  • UNDERWATER
  • SOMEONE ELSE'S FUN
  • HOME GAY HOME
  • CUP OF TEA
  • IL PASTO DI VARSAVIA
  • FREEDOM
  • SLEEPING DANCE
  • TECHNO DI PROVINCIA
  • USAMI