MI SONO GIUSTO ALLONTANATO PER UN ATTIMO<small></small>
Italiana • Canzone d`autore

Stefano Vergani MI SONO GIUSTO ALLONTANATO PER UN ATTIMO

2019 - LaPilla Records / Ponderosa Records

16/01/2020 di Laura Bianchi

#Stefano Vergani#Italiana#Canzone d`autore

Ci vuole coraggio, per lasciare la Brianza velenosa, dopo decenni a respirarne i miasmi e cercare di resisterle a colpi di alcol, fumo e poesia. Ci vuole coraggio, per lasciare tutto, e iniziare una nuova vita a mille chilometri di distanza, in una Camera a Sud, in mezzo alla campagna siciliana, in una casa rustica, con la compagnia di ulivi, viti e animali, fra cui Rosita, un maialino nero. Ci vuole coraggio, per allontanarsi per un attimo, dal mondo musicale milanese, che pur ha dato riconoscimenti significativi, per ricominciare a pensare, a scrivere, a vivere.

Coraggio ha avuto il brianzolo Stefano Vergani, per allontanarsi per più di un attimo, comporre su un nuovo spartito la propria vita, e infine comporre un pugno di canzoni schiette e spontanee, che sfuggono a ogni classificazione. Mi sono giusto allontanato per un attimo, infatti, è ben più di un titolo; si direbbe piuttosto uno stato d'animo, un modo di vivere, il riassunto di un'esistenza spesa a perdersi per la strada e aspettare un passaggio, come Vergani canta in una traccia emblematica dell'album, In equilibrio.

La forma canzone è sempre stata concepita da Vergani come specchio fedele delle sue visioni quotidiane, filosofia spicciola, ma mai superficiale, brevi squarci di vita, che svelano improvvise illuminazioni, uritcanti a volte, altre volte ispirate, caustiche o sognanti. La cifra compositiva risulta qui inalterata; nelle tredici canzoni di questo disco, però, è presente una maturità maggiore, che si incrocia nelle sfumature della voce, roca, sussurrata, ma sicura nella dizione, e nell'espressività con cui sottolinea i passaggi del testo (come nella complessa Leopardi, dalla coda strumentale sorprendente), nella ricchezza degli arrangiamenti con cui Vergani veste le situazioni descritte, spaziando nei diversi ritmi, grazie anche ai suoi amici musicisti e produttori, Francesco Arcuri e Luca Botturini, oltre che Diego Potron e Cristiano Novello, che aiutano il cantautore a trovare lo stile migliore per esprimere il suo mondo interiore.

Si spazia così dal ritmo sudamericano di Il silenzio non mi piace più, ricco di percussioni e cori, alla rarefazione onirica di Appena appena, densa di rimpianti dolorosi e autobiografici, che culminano in un crescendo emozionante, per passare al divertimento pungente, che traspare in Siam d'accordo sui poeti, e al coraggioso approccio, quasi da ballata, della sincera Cercando un posto al sole.

Torna quindi il tema del coraggio, e va dato atto a Vergani di scelte coraggiose anche in senso musicale; aspettiamo la seconda parte di questo viaggio artistico e esistenziale, che ci permette di scoprire la sensibilità di un autore che ha ancora tantissimo da comunicare e molta strada da compiere e condividere col pubblico.
 

Track List

  • Siam d`accordo sui poeti
  • Margot
  • Cercando un posto al sole
  • Giorni che ho bevuto
  • Appena appena
  • In Equilibrio
  • Passi per un colpo di calore
  • Lo sapevi già
  • Leopardi
  • In confidenza
  • Il silenzio non mi piace più
  • Non so dire
  • Musica

Articoli Collegati

Stefano Vergani

Live Report del 23/02/2005

Recensione di Vito Sartor