The Fever (The Remastered Epic Recordings)<small></small>
Rock Internazionale − Rock

Southside Johnny And The Asbury Jukes

The Fever (The Remastered Epic Recordings)

2017 - Real Gone Music / Ird
29/03/2017 - di
Così come già avvenuto per Peter Rowan anche questa volta parliamo di una ristampa, anzi anche questa volta parliamo di una signora ristampa ovvero: The Fever (The Remastered Epic Recordings) di Southside Johnny and Asbury Jukes.

[…] Lyon aveva trovato un vestito gessato e un cappello di feltro vintage, che erano appartenuti a un vecchio bluesman. Quando lo vide, Bruce urlò soddisfatto: “Guardate, è arrivato Johnny Chicago. Che ci fai qua ?”. Lyon, grande conoscitore delle leggende che avvolgevano i grandi bluesman di Chicago, replicò: “Eh, no, non chiamatemi Chicago: io vengo dal south side”. Lyon fu subito ribattezzato Southside Johnny [...]

Dopo questo piccolo aneddoto è doveroso ricordare che Southside Johnny e l’Asbury Jukes band sono stati il secondo gruppo, dopo Bruce Springsteen e l’E Street Band, a emergere (e a fatica visto che spesso hanno dovuto navigare con il vento a sfavore) dalla scena di New Jersey. Johnny Lyon, meglio noto come Southside Johnny ha saputo (e più che mai ve ne accorgerete ascoltandolo in questa raccolta) amalgamare sapientemente un mix di rock, rhythm and blues e doo-wop con una poderosa sezione fiati (i Miami Horns magistralmente guidati da Richie "La Bamba" Rosenberg) dando così consistenza e lustro al suo personale Asbury Park Sound.

The Fever in buona sostanza è il remastering di ben quaranta (!!) tracce su doppio cd (digital remaster) a raccolta dei quattro dischi, da parecchio tempo fuori catalogo, incisi per l’Epic e prodotti da Steve Van Zandt. Come se tutto ciò non bastasse, è stato anche aggiunto un ricco booklet di ben venti pagine comprensivo di: copertine degli album originali, note di copertina originali di Bruce Springsteen, nuove note di copertina a cura di Chris Morris e citazioni di Southside Johnny.

La ristampa comprende i primi tre album registrati in studio: I Don`t Want To Go Home notevole album d’esordio (1976), un disco maturo - pur trattandosi dell`opera prima - reso ancora più prezioso dalla voce di Lee Dorsey e Ronnie Spector; segue l’album del 1977 This Time is For Real con ospiti del calibro dei  The Drifters,  The Coasters e The Five Satins; segue Heart of Stone (1978) con il suo mix di black sound (Motown e Stax) e sudato rock urbano. E per concludere (in realtà si tratta del secondo album in ordine di anno di pubblicazione) la vera chicca: il live promozionale Jukes Live at The Bottom Line registrato per l’appunto al Bottom Line Club di New York il 16 e 17 Ottobre del 1976, qui ci si trova davanti all’istantanea scattata a un artista che ha fatto della dimensione live il suo cavallo di battaglia, un vero animale da palcoscenico.

Va detto però che ascoltando The Fever non è necessario il luminol per scoprirvi le tracce di Springsteen, facilmente riscontrabili in canzoni come The Fever, Little Girl So Fine, Love on the Wrong Side of Town, When You Dance, Talk to Me, Trapped Again e Hearts of Stone scritte o co-scritte dal Boss mentre un’altra buona parte sono scritte da “Miami” Steve Van Zandt (soprannome datogli da alcuni amici per il fatto che pare soffrisse sempre il freddo);  bisogna pur riconoscerlo, Southside Johnny non brilla di doti cantautoriali ma a parte ciò è innegabile che la vera e meritata star della raccolta rimanga, a ragione, proprio lui.

Nulla di più si può aggiungere sennonché ci troviamo davanti, secondo chi scrive, agli album più belli e che indubbiamente hanno caratterizzato la produzione del nostro con i suoi Asbury Jukes. In estrema sintesi: una raccolta assolutamente da avere !!!

Un plauso va anche all’aspetto sonoro di questa ristampa perché l’utilizzo degli original master tapes (un grazie a Mark Wilder e Battery Studios di New York) originali ha, a differenza del passato in cui i suoni erano “inscatolati”, ridato vita e ariosità al suono del disco mettendo finalmente in evidenza nel modo migliore: chitarre, tastiere, sezione fiati e non ultima la voce.

Track List

  • I Don’t Want to Go Home
  • Got to Get You off My Mind
  • How Come You Treat Me So Bad
  • The Fever
  • Broke Down Piece of Man
  • Sweeter Than Honey
  • Fanny Mae
  • It Ain’t the Meat (It’s the Motion)
  • I Choose to Sing the Blues
  • You Mean So Much to Me (with Ronnie Spector)
  • Havin’ a Party (Single Version)
  • This Time It’s for Real
  • Without Love
  • Check Mr. Popeye (with The Coasters)
  • First Night (with The Five Satins)
  • She Got Me Where She Wants Me
  • Some Things Just Don’t Change
  • Little Girl So Fine (with The Drifters)
  • I Ain’t Got the Fever No More
  • Love on the Wrong Side of Town
  • When You Dance
  • I Got to Get You off My Mind
  • Without Love
  • Searchin’
  • Sweeter Than Honey
  • Snatchin It Back
  • Little by Little
  • It Ain’t the Meat (It’s the Motion)
  • The Fever
  • Havin’ a Party
  • You Mean So Much to Me (with Ronnie Spector)
  • Got to Be a Better Way Home
  • This Time Baby’s Gone for Good
  • I Played the Fool
  • Hearts of Stone
  • Take It Inside
  • Talk to Me
  • Next to You
  • Trapped Again
  • Light Don’t Shine