Matte Eyes/ Matte Moon<small></small>
Italiana • Alternative • dark folk, new wave, lo fi, psych rock, desert rock

Sky Of Birds Matte Eyes/ Matte Moon

2020 - MiaCameretta Records

11/02/2021 di Alfonso Fanizza

#Sky Of Birds#Italiana#Alternative

Gli Sky Of Birds sono un’interessante progetto musicale formatosi, nella profonda ciociaria nel 2013, dall’incontro tra musicisti dalle personalità molto diverse tra loro. Personalità provenienti da città e da ambienti musicali differenti che hanno riunito le proprie esperienze facendo confluire nel progetto in questione bagagli musicali e influenze di diverso genere.
Visti i presupposti, è difficile collocare, con precisone, musicalmente gli Sky Of Birds, perché la loro produzione musicale si presenta proprio come un amalgama di stili e influenze differenti, che vanno dal classico pop al più raffinato jazz, caratterizzandosi però per la ricerca di suoni visionari e introspettivi che proiettano l’ascoltatore in ambientazioni desertiche e surreali perse nel tempo.
Un’attitudine che, nel corso degli anni, ha portato la band laziale alla realizzazione di un Ep “Rivers Flow Free, Lakes Just Agree”, del disco d’esordio “Blank Love” e dell’ultimo lavoro “Matte Eyes/ Matte Moon” con il quale continua la collaborazione con l’etichetta indipendente ciociara MiaCameretta Records.
Quindi, gli Sky Of Birds sono una band incline alle diverse interpretazioni, laddove anche la scelta del nome non è casuale, è orecchiabile ed evoca immagini contrastanti e di segno opposto: da una parte fa pensare a qualcosa di sereno e primaverile, dall’altra a qualcosa di cupo e inquietante come potrebbero essere gli “uccelli” di hitchockiana memoria. Un’ambivalenza che si proietta di conseguenza anche nella loro musica.

Rispetto all’album precedente, questo nuovo lavoro degli Sky Of Birds suona diverso, più cupo e introspettivo. Le dieci composizioni sviscerano una vena malinconica pervasa da atmosfere oniriche e sonorità destabilizzanti che intraprendono un viaggio musicale surreale perso nel tempo e nello spazio.
Un disco ottimamente concepito e dal sound tipicamente internazionale che ricorda band lo – fi di matrice statunitense tra i quali vengono in mente i Fuck o i Mazzy Star.
Matte Eyes/ Matte Moon” è un lavoro avvolgente, magnetico ed emozionante che va assaporato in ogni sua sfaccettatura. Le composizioni ti conquistano, ascolto dopo ascolto, e mostrando l’ottima propensione compositiva della band non ti danno alcun punto di riferimento sonoro. I singoli episodi contenuti travalicano codici e confini, creano un caleidoscopio sonoro travolgente, intervallando ballate dalle tinte dark – folk a introspezioni post – rock, sferzate psichedeliche ad accenni new – wave, il tutto ornato da atteggiamenti lo – fi, anche nel cantato. D’altra parte, l’album non presenta cali di tensioni e procede dritto verso la meta, proiettando paesaggi desertici e trasognati tramite la resa sonora di alcuni brani come l’iniziale “Flaws in Color” e “I’ve Seen You Monster” caratterizzati dall’alienanti ritmiche, o “Days Fall Down Like Mouthfuls” che sviscera anche una sensualità congenita. La scaletta, però, continua imperterrita dividendosi tra piacevoli ballads malinconicamente intime (“Lied to a Liar”) e situazioni psichedeliche più movimentate (“Small Eyed Moon” e “If 9 Was 6”), innalzando con la splendida “People Have Nothing” il livello sonoro del disco grazie anche al basso prorompente iniziale. Man mano che i brani scorrono, è decisamente gradevole lasciarsi sedurre dal suono, provando un particolare senso destabilizzante giunti a “The Child You’ve Been” che sembra sussurrarci tutta la sua intimità in bassa fedeltà.

Devo essere sincero, non conoscevo i Sick Of Birds, ma posso apertamente affermare che mi hanno completamente conquistato. E “Matte Eyes/ Matte Moon” è decisamente un bel disco.

Track List

  • Flaws in Color
  • Small Eyed Moon
  • Days Fall Down Like Mouthfuls
  • If 9 Was 6
  • People Have Nothing
  • Haze Daze Dazzle
  • Still Birds
  • I’ve Seen You Monster
  • Lied to a Liar
  • The Child You’ve Been