Settembre - EP<small></small>
Italiana − Folk

Shiver

Settembre - EP

2017 - fonoBisanzio / IRD
10/05/2018 - di
`Settembre` parla di esperienze forti, di momenti vissuti con anima e corpo. Proprio per questo segna un netto stacco rispetto ai lavori precedenti, più `fanciulleschi`, sia a livello di musica che di testi. La ricerca per la scrittura è durata circa un anno e ha portato ad un lavoro che ci ha soddisfatto pienamente. `Settembre` è il nostro punto di (ri)partenza verso il futuro”.

Dopo diverse esperienze, fra cui il FolkCoopera Tour come backing band di Davide Van De Sfroos, culminato con il concerto di San Siro della scorsa estate, riecco gli Shiver, folk indie band giovanissima, ma molto decisa e motivata. Il percorso dei cinque ragazzi lecchesi ( Stefano Bigoni (pianoforte, lap steel, tromba, armonica a bocca, voce), Lorenzo Bonfanti (voce, chitarra, batteria, percussioni), Stefano Fumagalli (contrabbasso), Luca Redaelli (violino, voce) e Andrea Verga (banjo, mandolino, voce)) si nutre di buoni ascolti e buone letture: lo si capisce subito in Settembre, il nuovo ep di soli quattro, densi brani, che si muovono fra il cantautorato alto, con testi importanti, ancora acerbi in qualche punto, ma che trattano temi difficili, come la droga o l`ansia, e riferimenti musicali, che pescano a piene mani dal folk più genuino, grazie anche all`uso di strumenti acustici, come contrabbasso, violino o banjo.

“Il folk – spiegano gli Shiver – in fondo a questo serve: a raccontare storie, denunciare ingiustizie, fare i conti col dolore. Grazie a canzoni che sono medicamenti fatti di parole di sostanza buona, di chitarre e violini dolci, di una musica biologica che spurga la rabbia, amplifica la gioia e genera la danza”.

La musicamedicina è una ricetta vincente, sia nei momenti riflessivi (come l`intensa Storie di sospiri e ginocchia sbucciate, sorretta da una linea di piano molto espressiva, sia in quelli in cui la ricapitolazione dell`esperienze assume tratti energici, come nella title track, che si apre con un ritmo essenziale, per poi sfociare in un`esplosione folk rock, che rende molto bene la tensione di un dialogo insancabile fra l`uomo e un qualunque Dio, alla ricerca di un futuro in cui non spreco i giorni.

Che la forza di cercare nella musica la ragione della vita non li abbandoni mai...

 

 

Track List

  • Medicine per il morale
  • Settembre
  • Storie di sospiri e ginocchia sbucciate
  • Oltre il suo ritorno