Between These Walls<small></small>
Emergenti − Alternative − alt rock, alt metal, rock

Shide

Between These Walls

2012 - Stone Tracks/bilingue/Venus
10/10/2012 - di
Arriva dalla Puglia Between these walls, il disco d’esordio degli Shide, rock band capitanata da Renata Morizio (voce), a cui si aggiungono Stefano Giungato (chitarre), Donato Casale (basso) e Marco Scazzetta (batteria e percussioni).

Quasi un’ora di puro rock per 12 brani tutti in inglese suonati e cantati alla perfezione, con assoli di chitarre e batteria che picchia su quasi tutte le canzoni. Presenti anche brani un po’ più melodici che danno più respiro alla voce della cantante, facendone risaltare la bella voce (D., New Era), spesso nascosta dagli strumenti e dal sound.

Between these walls arriva dopo anni di gavetta, di concerti in giro e di duro lavoro. Il disco è stato realizzato grazie alla raccolta fondi online, metodo sempre più in voga tra i musicisti a corto di denaro e senza un contratto discografico che decidono di farsi aiutare da chi vuole investire una cifra minima per ottenere così la registrazione del disco. Niente di male in questo.

Quello proposto dagli Shide è un rock abbastanza semplice negli arrangiamenti delle canzoni e che punta più sul suono e sulla bravura dei musicisti. In tutte e 12 le canzoni si sente che ogni singolo strumento è suonato da appassionati, ognuno dei quali si ritaglia un proprio spazio. Between these walls è un disco ben suonato, ma che talora si perde nel tecnicismo mettendo da parte il fattore emozionale.

Belle canzoni, bella voce, bella complicità tra i musicisti, peccato che alla fine dei 54 minuti del disco non rimanga molto: manca la voglia di ripetere l’ascolto perché non c’è spazio per l’ascoltatore per lasciarsi andare, perché, tolte le emozioni, restano solo i suoni ed è troppo poco per un disco.

Track List

  • ANGUISH
  • YHE PRICE OF THE STAKE
  • ANYBODY SEEN MY BABY
  • WAKE UP
  • NEW ERA
  • SCREAM ON
  • PINK ROOM
  • SIR AND MASTER
  • BORN TO BE WILD
  • D.
  • WORDS
  • DRAG ME