Seth Avett Sings Greg Brown<small></small>
Americana • Songwriting

Seth Avett Seth Avett Sings Greg Brown

2022 - Ramseur / Goodfellas

11/11/2022 di Laura Bianchi

#Seth Avett#Americana#Songwriting

Se esiste un cantautore per il quale la definizione, altrove abusata, di trovatore, anzi, troubadour, questo è Greg Brown. Cantore del quotidiano, dell'intimità riflessiva, dei lati positivi dell'isolamento, l'artista dello Iowa ha incantato gli ascoltatori non solo suoi coetanei, ma anche quelli della generazione successiva, soprattutto coloro che hanno sentito il bisogno di trovare il senso dell'esistenza fuori dai consueti schemi consumistici. E Timothy Seth Avett, membro fondatore della band folk-rock americana The Avett Brothers, coi suoi quarantadue anni, rappresenta l'esempio più fulgido dell'impatto che Brown ha esercitato, ed esercita, su quella generazione.
 
Dopo aver reso omaggio a Elliott Smith, un altro cantore sensibile e tormentato, Avett, che non ha comunque mai abbandonato i suoi Brothers, ha sviluppato quindi, con Seth Avett Sings Greg Brown, un progetto laterale, che riporta alla luce alcune fra le più fulgide canzoni di Brown, ammorbidendole con la sua voce intensa e arricchendole ulteriormente con un approccio rispettoso, che, negli arrangiamenti, rispetta l'originale, pur donando ai pezzi un tocco personale. Si ascolti, ad esempio, la splendida My new book, in cui il fingerpicking è totalmente Brown, ma in cui Avett rallenta leggermente il ritmo, e la voce si colora di tinte nostalgiche e vibranti, o la frizzante Good morning coffee, che mantiene intatta la freschezza a distanza di quasi quarant'anni, grazie all'aggiunta di clapping e di suoni virati decisamente verso l'America Latina, oltre a un portentoso assolo di chitarra.
 
Ma anche le storie scelte sono il segno del fatto che Avett non intende solo costruire un best of another, e riesce a donare nuovo smalto alla ballata del lanciatore di baseball fallito in Laughing River, o all'io narrante dell'emozionante I Slept All Night By My Lover, tenuto sveglio dal pensiero di pazzi con le pistole fuori da casa, forse la traccia in cui Avett, giustamente, Browneggia di più, dimostrando quindi la bontà dell'approccio, intelligente e misurato, alle canzoni. 
 
Chi non conoscesse Greg Brown, ma amasse la chitarra e la voce di Seth Avett, potrebbe efficacemente ascoltare questo lavoro, per gustarne la bellezza a prescindere da Brown, e per aprirsi alla scoperta di un troubadour mai abbastanza celebrato.
 

Track List

  • The Poet Game
  • Good Morning Coffee
  • Just a Bum
  • You Drive Me Crazy
  • I Slept All Night by My Lover
  • My New Book
  • Laughing River
  • Telling Stories
  • The Iowa Waltz
  • Tenderhearted Child