Serpe in Seno<small></small>
Emergenti − Alternative − rock, metal, avant, crossover, noise

Serpe In Seno

Serpe in Seno

2018 - Autoprodotto
25/08/2018 - di
Anche se il nome potrebbe trarci in inganno, non bisogna confondersi con l’omonima crew hip – hop capitolina. I Serpe in Seno, in questione, vengono da Treviso e con il genere sopracitato non hanno nulla a che fare o a che spartire.

Attivi sin dal 2007, nati come duo strumentale basso (Simon) e batteria (Bobowski), i Serpe in Seno sono stati una delle band principali della scena underground trevigiana.  Nel 2013 la svolta, l’ingresso in line – up di Giovanni Battista Guerra (ex Elettrofandango) al synth, kaoss pad, ma soprattutto alla voce, apporta al progetto un contributo essenziale inserendo, così, un elemento nuovo ma decisamente rilevante per il proseguimento della band.  

L’album d’esordio omonimo arriva dopo undici anni d’attività ed è interamente cantato in italiano. In cabina di regia troviamo il “guru” Giulio Ragno Favero (One Dimensional Man e Il Teatro degli Orrori) a darne il giusto apporto durante le registrazioni e il missaggio.

L’album apre il sipario con un intro noise strumentale prima di dare sfogo alle dieci composizioni contenute. Un intro perfettamente legato musicalmente al primo solco “Ovoviviparo” che imposta una prima direzione musicale attraverso coordinate crossover (metal, rock, stoner) che ritroviamo anche nelle successive “Un castigo”, “Promessa” e “Laudano”.

Le composizioni vivono del continuo dialogare tra il basso tamburellante e la batteria sbrigativa, dimostrando una piacevole indole grezza ed immediata. Con “La ballata del vile” la band trevigiana cambia rotta e riprende il noise iniziale dirigendosi verso ambientazioni avant e alternative come dimostrano i brani “Mont – Saint – Michel”, “Uomini o demoni” e “Messallina”. Anche la voce di Guerra, dopo la timidezza lo – fi iniziale, con “La ballata del vile” incomincia a prendere più consistenza e a mostrarsi più incisiva e presente. 

Sebbene nel vasto panorama musicale non rappresentino una novità, per gli amanti del genere i Serpe in Seno possono rappresentare, comunque, una buona scoperta.

Track List

  • Intro
  • Ovoviviparo
  • Un castigo
  • Promessa
  • Laudano
  • La ballata del vile
  • Mont – Saint – Michel
  • Uomini o demoni
  • Figlia di Mercurio
  • Messalina
  • Dea del fuoco