San Tokidoki<small></small>
Italiana • Alternative

San Tokidoki San Tokidoki

2021 - Autoprodotto

04/10/2021 di Francesco Malta

#San Tokidoki#Italiana#Alternative



Il duo pugliese San Tokidoki debutta nel 2021 con l'omonimo album. Vincenzo Andso Aniello ( chitarre, basso e arrangiamenti) e Antonio Pizzarelli ( Sax), legati da anni di amicizia e collaborazioni, decidono di unire le forze per realizzare questi otto brani di cui è composto il loro primo lavoro.

Distantissimi dalle sonorità tipiche della loro terra d'origine, il duo si concentra su ritmi più vicini al pop, al rock ma soprattutto al Jazz. Otto canzoni per poco più di mezz'ora di musica, in cui il duo mette in scena anni di lavoro e affinamento. Una produzione quasi perfetta fa sfondo a questo piacevole episodio discografico, fatto di ricerca storica, artistica e sonora.

Otto pezzi tutti strumentali, cinque cover e tre inediti, è quello che ci propone San Tokidoki. La Nuova America, con cui si apre il disco, prende uno dei brani più sperimentali della carriera di Lucio Battisti e lo rielabora in una versione più sintetica ma comunque molto attinente all'originale. La seguente Know See Hen va a guardare a fine Ottocento con la Gnossienne n.1 del compositore francese Erik Satie, e la fa rivivere in una versione jazzistica con un finale acido a base di sax. L'Estasi dell'Oro omaggia il genio di Morricone, e quello del chitarrista Pino Rucher, mentre You ain’t gonna know me (‘cause you think you know me) ricorda il trombettista sudafricano Mongezi Feza con una versione molto fedele all'originale.

Ma come detto i San Tokidoki offrono anche tre inediti. Waiting for Helene parte con toni pop, per poi crescere fino al movimentato finale. Negative Blues, mette al centro la chitarra con il bell'assolo centrale, mentre la conclusiva By The Sea va con i suoi toni ipnotici a dare spazio ad entrambi i membri della band, mettendo per l'ultima volta bene in mostra le loro capacità musicali.

Questo primo disco dei San Tokidoki si rivela essere un lavoro ispirato e ben riuscito. Le cover offrono rivisitazioni interessanti di pezzi più o meno famosi. I pezzi originali rivelano invece un'alchimia e una dote compositiva che i due dovrebbero andare a sviluppare più a fondo nei prossimi lavori.

 

Track List

  • La nuova America
  • Know See Hen
  • Waiting for Helene
  • L`estasi dell`oro
  • Negative Blues
  • You Ain`t Gonna Know me (&lsquo;Cause You Think You Know Me)
  • Merkilegt
  • By the Sea