Drama<small></small>
Rock Internazionale • Songwriting • Bossa Nova / Folk

Rodrigo Amarante Drama

2021 - Polyvinyl Records

15/07/2021 di Marcello Matranga

#Rodrigo Amarante#Rock Internazionale#Songwriting

Mi piace ascoltare "cose" sostanzialmente lontane dai miei gusti consolidati. E' una forma mentis che trovo stimolante per provare a comprendere generi, approcci che, a volte, causa lo scarso tempo a disposizione, passano in secondo piano. Quando poi ho ricevuto la notizia che sarebbe uscito il nuovo disco di Rodrigo Amarante mi sono chiesto chi fosse costui. In realtà, inconsapevolmente, avevo incrociato Amarante almeno in un paio di occasioni. La prima, credo comune a molti, nell'ascolto ripetuto della sigla di Narcos, quella Tuyo ricca di riferimenti sessuali chiaramente espliciti. La seconda ascoltando I Forgot di Norah Jones, dove i due cantano insieme il pezzo. 

Nato a Rio de Janeiro nel 1976, Amarante cita due incidenti del suo passato che hanno influenzato direttamente la sua musica: una malattia di infanzia che gli ha permesso di apprezzare la bellezza delle seconde possibilitaÌ€; e il momento in cui suo padre (con il consenso riluttante dello stesso Rodrigo) gli ha tagliato i suoi lunghi capelli, nel tentativo di liberarlo, con essi, dai drammi e dall’eccessiva sensibilitaÌ€ del ragazzino. "Vestirsi di tutto punto come modo per mostrarsi, anziché vestirsi in maniera informale per nascondersi, ecco cosa eÌ€ Drama" spiega Amarante. "Uno strumento. Solleticare la memoria attraverso la confessione, guardare attraverso i buchi di una maschera.Questo non eÌ€ qualcosa che ho vissuto, bensiÌ€ una consapevolezza postuma, qualcosa che viene dopo di me, come spesso accade.Queste canzoni sono state lo strumento per realizzarlo, non il contrario".

Il disco prende forma alla fine del 2018 durante una session di Rodrigo insieme alla sua band formata da “Lucky” Paul Taylor alla batteria, Todd Dahlhoff al basso, Andres Renteria alle congas, e lo stesso Amarante alla chitarra. Beh, con mia grande sorpresa, visto quanto scritto poco sopra, devo dire (con piacere) che questo disco è davvero piacevole e per nulla noioso. Ci sono una serie di pezzi, in primis la formidabile Tao, un piccolo gioiello semplicemente delizioso. E' una ballata suadente e raffinata, con un sax ciondolante e seducente che accompagna tutta la lunga coda finale. Ma ci sono altri canzoni degne di nota, come Sky Beneath, Maré o la mossa Eu Com Voce, che ci proiettabo in una dimensione di assoluta piacevolezza, che è il segno contraddistintivo di questo disco tanto bello quanto inatteso.
 
Il disco esce il 16 Luglio, e Amarante, pandemia permettendo, sarà a Milano in concerto nell'Aprile del prossimo anno.

 

 

Track List

  • Drama
  • Mar&eacute;
  • Tango
  • Tara
  • Tanto
  • I Can&rsquo;t Wait 07.Tao
  • Sky Beneath
  • Eu Com Voc&ecirc;
  • Um Milh&atilde;o
  • The End