Lengua serpentina<small></small>
− Italiana, Word Music

Roberta Alloisio & Orchestra Bailam

Lengua serpentina

2007 - CNI
26/11/2007 - di
Il nome di Roberta Alloisio era apparso al grande pubblico in occasione del tributo a De Andrè “Faber Amico Fragile” in cui duettava con il fratello Gian Piero (che qui cura parte dei testi e delle musiche) nell´interpretazione di "King": l´abilità vocale dell´artista e il suo percorso nell´ambito della cultura mediterranea vengono ora esaltati da una particolare lucentezza sonora messa in risalto dalla vitalità teatrale della cantante.
Il disco non tratta propriamente una ricerca etnica del territorio, anzi, tenta di inglobare un insieme indefinito di varianti etno-popolari, frutto di una mescolanza di suoni mediterranei; i brani, suonati dall´orchestra Bailam, utilizzano come fonte comunicatrice strumenti e stili diversi come innesti di un tragitto culturale ben definito che traggono la linfa vitale dalla terra e dalla cultura ligure. La dinamicità delle canzoni scritte dalla Alloisio permette di definire le radici di questo album dialettale: mentre una canzone come "Gianca" unisce alla carica aurorale del pezzo sonorità greche in cui risalta l´uso del bouzouki, “Sciuscià e sciurbì” riscopre la tradizione rom e "A foa de San Zorzu" sfoggia una cavalcata klezmer a base di fisarmonica e clarinetto.
Non sono solo le musiche popolari ad apparire: in “Lengua Serpentina” persiste una forte componente di musica antica trasportata da ritmiche meticcie e da melodie nordiche come in "Canta u´ ma" o nel bellissimo arrangiamento di "I xzeneijzi cum Maria" in cui l´opera di riadattamento sonoro di Franco Minelli (arrangiatore del disco) raggiunge l´apice.
Nord, Sud ed Est del mondo s’incontrano condividendo le reciproche arie come tempi e spazi di pace: tutto questo è rintracciabile ne "Il Santo Graal", volutamente lasciato alla semplicità strumentale dell´oud arabo e al canto narrante di Roberta, così come nel pop rai di "Ya Salam" con il contributo vocale di Meriam Niass a chiudere il disco.
Ovviamente il popolo genovese non poteva che essere omaggiato attraverso le storie dei naviganti, "Noi che sempre naveghemmo" e "Bregantin", oltre alla bellissima rilettura del canto della Divina Commedia in genovese svolto da Germana Venanzini, un estratto dallo spettacolo Qohelet con Don Andrea Gallo.
“Lengua Serpentina” è un viaggio spirituale nella storia dei popoli europei, raccontato e cantato in lingua genovese attraverso il recupero di testi storici dell´XI e XVIII secolo rielaborati con una notevole interpretazione sonora e letteraria.

Track List

  • Lengua serpentina|
  • Canta u ma´|
  • Se na´ mosca|
  • Primma che t´abbandun-ne|
  • I xzeneijzi cum Maria|
  • Noi che sempre naveghemmo|
  • Bregantin|
  • Soffio|
  • Gianca|
  • A foa de San Zorzu|
  • Amor non ti partire|
  • Sciuscià e sciurbì|
  • Il Santo Graal|
  • Ya Salam