Voci di corridoio<small></small>
Emergenti • Alternative • synth - pop

Réclame Voci di corridoio

2020 - Giungla Dischi, in licenza a Columbia Record/Sony Music

27/07/2020 di Arianna Marsico

#Réclame#Emergenti#Alternative

Ascoltando Voci di corridoio dei Réclame non si direbbe che l’anno scorso siano stati finalisti di Sanremo giovani. La band romana in questo disco, prodotto da Daniele Sinigallia, sfoggia una maturità espressiva a livello sonoro e testuale che non sembra di ascoltare un album di esordio.

Marco Fiore (voce) e i fratelli  Edoardo (batteria), Gabriele (basso) e  Riccardo Roia (tastiere) creano una sinfonia synth – pop di dialoghi con anime fragili.

Struggente è Il vuoto sotto la pelle, incentrata sul tema della dipendenza: Hai la pelle bucata/Da un amore che non torna più/Mentre sulle note di una vecchia passione/Scorre via la tua gioventù”. Questo verso “Mentre sulle note di una vecchia passione/Scorre via la tua gioventù” chiude in loop, come una puntina che scorre su un vinile senza fine.

Inseguito dalla luna racconta la fuga di due fratelli in seguito ad una rapina finita male. Le tastiere sottolinea questo affondare nelle trappole del destino, come se ogni tasto fosse un gradino nella discesa verso l’abisso.

La voce di Marco Fiore ha una indefinibile capacità di muoversi camminando sui cocci dell’avvenire descritti in Cosa resterà? mantenendo un tono da osservatore esterno e al contempo emanando una fortissima empatia nei confronti di queste figure claudicanti sulla strada della vita, intrappolate da ricordi (La casa d'infanzia) o ossessioni. Figure che si fanno così diafane da sembrare voci di corridoio appunto. Voci che però grazie ai Réclame trovano sfogo, ascolto e un attimo di infinità.

Track List

  • Il viaggio di ritorno
  • Due amanti
  • Il vuoto sotto la pelle
  • Fra le braccia di un`altra
  • Inseguito dalla luna
  • La casa d`infanzia
  • Cosa resterà?
  • Notte d`inverno