Isole<small></small>
Italiana − Alternative − rock, pop, indie, canzone d`autore

Public

Isole

2018 - Soviet Dischi
07/05/2018 - di
Nonostante gli anni di ritardo con il quale decidono di ripresentarsi, è, comunque, un grande piacere tornare a parlare dei Public e del loro nuovo lavoro.

Come già accennato tempo addietro, i Public sono una sorta di supergruppo della nostra scena musicale, formato da musicisti di un certo calibro provenienti da altri interessanti progetti musicali circoscritti nel Veneto come Northpole, Disfunzione, By Popular Demand, Artemoltobuffa e Valentina Dorme.

Come in ogni super gruppo, l’apporto artistico, esibito da ogni singolo componente, è una componente essenziale per l’impronta sonora finale che si vuole dare al disco e alle singole canzoni. Lo sanno bene anche i Public che per la realizzazione del loro terzo disco, “Isole”, non lasciano nulla d’intentato e mettono in pratica tutte quelle nuove suggestioni che il tempo ha portato loro.

Come era avvenuto con i dischi precedenti, anche per “Isole” la direzione intrapresa dalla band è sempre la stessa. Per loro stessa ammissione, la band si è da sempre prefissata l’obiettivo di crearsi un ruolo all’interno della scena indipendente italiana, e per farlo mirano a ricercare una via espressiva unica e personale.

Muovendosi attraverso coordinate che oscillano tra il pop e il rock, le canzoni di “Isole” intraprendono un percorso sonoro che passa anche attraverso l’indie e la canzone d’autore.

Componente fondamentale, quest’ultima, per quanto riguarda la parte puramente testuale, dove i Public, anche in questo caso, sono molto attenti ai dettagli. D’altra parte, lo metto per iscritto aprendo il disco con una canzone che nel titolo racchiude tutta la loro essenza testuale: “I titoli sono importanti”.

Sin dalle prime battute, “Isole” ci proietta in una dimensione musicale singolare, un viaggio sonoro tra le singole “isole compositive” in cui, fatte proprie le tradizioni del passato, cerca uno spiraglio futuro in cui ormeggiare. I Public sono una macchina sonora ben collaudata e perfetta nel suo insieme, dove la sezione ritmica si presenta in assoluto equilibro con l’audace cantato di Paolo Beraldo come evidenziano il susseguirsi delle canzoni “Sciami”, “Apnea” e “Basta poco”.

Tra le righe testuali del disco si stempera la canzone d’autore del passato di brani come “Chiami nel pieno della notte” e “Nel tuo letto” piacevoli ballate tra le più belle presenti, poesie moderne dal sapore d’altri tempi.

Come dimostrano anche le altre canzoni come “Quello che mi piace di te” e “Spopola”, “Isole” è un disco sopraffino che mette in luce l’essenza propria di una band come poche nell’attuale panorama, sul versante pop rock, italiano. Ora, speriamo di non dover aspettare altri sette anni per riascoltare un nuovo disco dei Public.

Track List

  • I titoli sono importanti
  • Sciami
  • Apnea
  • Basta poco
  • Chiami nel pieno della notte
  • Il momento giusto
  • Immagino
  • Quello che mi piace di te
  • Nel tuo letto
  • Spopola