MEGA<small></small>
Emergenti • Alternative

PLZ MEGA

2021 - Costello&amp;rsquo;s

11/11/2021 di Antonio Corcillo

#PLZ#Emergenti#Alternative

Dopo un percorso musicale che li ha avviati in breve tempo verso le posizioni che contano della nostra scena musicale, i PLZ escono il 22 ottobre con il loro primo disco ufficiale dal titolo MEGA per Costello’s.

Si parte supplicando: infatti X FVR inizia proprio con la richiesta di apertura mentale e/o fisica nell’altro. Consapevole di aver passato del tempo lontano, ora si dice pronto a ricominciare. Vuole una seconda possibilità, un nuovo inizio e ne è convinto a tal punto da sbattere i pugni sulla porta fino a provare dolore. La voce, in cui è evidente l’utilizzo dell’autotune, aumenta il senso di angoscia e straniamento; invece il ritmo conferito da una base minimalista ma techno riesce a percuotere l’ascoltatore.  

Con SECOLI fanno notare come pur passando il tempo, noi rimaniamo sempre gli stessi. Qui la base è fresca e leggere, compresi i bassi che danno corposità. Possono anche cambiare gli uomini, le divinità e i modelli dei telefoni ma noi, inteso in senso ampio quindi la nostra essenza, rimane uguale.

PRESI BENE vuole essere, come spiegano gli autori, “un tributo alla club culture, all’edonismo come cura per l’ansia, i rumori della gente, la noia di vivere”. Scritto insieme a Treega durante i pomeriggi di intensa esaltazione, propone a tutti di perdere il controllo. Fin dall’inizio le percussioni richiamano un ritmo ancestrale, poi i bassi lanciano il tutto verso la contemporaneità. La noia è schizzata al massimo ora che non si vedono più come una volta.

MILANO D’AGOSTO va interpretata come una richiesta d’aiuto per allontanare paure e paranoie. Il suono del carillon apre il pezzo, ma è solo una dolce illusione di pochi secondi, infatti si entra subito in un ritmo forsennato e martellante. Descrive il disagio estivo che si vive in città vuote. Le uniche iterazioni avvengono dentro una bolla di relazioni virtuali. L’unico modo per staccarsi da questa monotona è una misteriosa persona che, come in un TSO, lo preleva con la forza.

Si prosegue con Ѐ ANCORA PRESTO in cui sono alla ricerca di una voce familiare per addormentarsi, che può essere un podcast di Barbero. L’effetto sperato è raggiungere la calma, ma all’improvviso una canzone legata ad un ricordo negativo si intromette spezzando la serietà. Il sonno sembra essere l’unica soluzione ma è ancora presto. Il piano distorto da quel brio in più e i synth mantengono un ritmo costante.

L’intenzione della title track è consolidare un’idea ripetendola come un mantra; celebra l’amore e la sua manifestazione più pura, il bacio. Perché baciarsi è MEGA.

L’album termina con GLI OCCHI DEL PRESIDENTE in cui riguardano la loro strada percorsa.

Questo primo disco prende le sembianze di un romanzo sentimentale, di formazione e disfacimento ciclico, senza direzione ma nel nome dell’amore. In cui le canzoni sono come scene sconnesse dello stesso film.

 

Track List

  • X FVR
  • SECOLI
  • D O D O
  • PRESI BENE (ft. Treega)
  • FUORI SUBITO (ft. EXWYFE)
  • MILANO D`AGOSTO
  • L`AMORE ADESSO
  • E` ANCORA PRESTO
  • M E G A (ft. Whitemary)
  • MICRODOSI
  • GLI OCCHI DEL PRESIDENTE