L`albero di more<small></small>
Italiana − Folk

Paolo Sofia

L`albero di more

2019 - CalabriaSona
25/09/2019 - di
Avete voglia di sapere dove sta andando il folk italiano? Allora ascoltate L`albero di more, l`ultimo lavoro del calabrese Paolo Sofia, nato dall`incontro tra la lettura del romanzo La maligredi di Gioacchino Criaco, edito da Feltrinelli, e la musica di Sofia. Se la rivoluzione è un albero di more, le nostre labbra avranno un nuovo colore: le parole incidono su un ritmo modulato dalla tammora, e rinnovano la tradizione dei canti di lotta, impreniati sulla sofferenza dei lavoratori, degli emigranti, di chi conosce bene la durezza della ricerca di un lavoro e dell`abbandono della propria terra in cerca di sostentamento.

Ecco quindi che i brani di Sofia, i suoi testi, la produzione di Mujura, cospirano a costruire un`opera originale, letteraria e immediata, che recupera gli strumenti popolari non solo calabresi (chitarra battente, ma anche bouzouki, ad esempio), per raccontare storie minime, ma necessarie, come quella di Nicolino, con la preziosa partecipazione di Valentina Balistreri, o dello scenario duro de L`Aspromonte, che vede i figli andare altrove, e ognuno che parte tradisce.

Non mancano però temi più intimi e delicati, come la suggestiva Com`è bella la luna, dall`arpeggio di chitarra e dal canto ispirato, che fanno pensare a un De André immerso nella contemplazione di un amore sullo sfondo di un notturno evocativo; oppure l`energica canzone d`amore Basami, parole in calabrese per descrivere un sentimento simile a quello celebrato da Catullo (da mihi basia mille...).

Proprio l`alternare in totale scioltezza la lingua italiana e calabrese è uno dei pregi del disco, che tesse una trama affascinante, che cattura l`ascoltatore in una storia senza età.

 

Track List

  • A lupa
  • U Trenu
  • L’albero di more
  • Nicolino
  • Basami
  • Animi niri
  • L’Aspromonte
  • Com’è bella la luna
  • Fuori c’è stata tempesa