Revelation<small></small>
Jazz Blues Black • Jazz • Cameristico

Norma Ensemble Revelation

2020 - Promu Label

13/05/2020 di Vittorio Formenti

#Norma Ensemble#Jazz Blues Black#Jazz

Non Opporre Resistenza Ma Ascolta, broccato la cui contrazione dà il nome all'ensemble in questione sottintendendo un invito ad un'attitudine non sempre così frequente.

Marcello Alluli (sax tenore e soprano), Enrico Zanisi (tastiere e synth), Jacopo Ferrazza (contrabbasso) e Valerio Vantaggio (batteria) danno vita a questo combo a seguito della partecipazione all'Ambria Jazz del 2019, manifestazione itinerante in Valtellina riguardante musica contemporanea nata dalle più disparate contaminazioni.
D'obbligo citare anche il tour in Zimbabwe e in Zambia non tanto per gusto di cronaca ma a testimonianza di quell'apertura sopra premessa che poi si riflette in tutte le pieghe di questo lavoro; un'opera che unisce con sapienza una dimensione cameristica, esaltata anche dall'apprezzabile contributo del violoncello di Alessandro Muller (ospite in tre brani della scaletta), una tecnica jazz moderna e una sensibilità melodica che integra voci del passato, del presente e forse del futuro prossimo.

Già il brano d'esordio, come dovuto in tutte le scalette studiate intelligentemente, costituisce un chiaro biglietto da visita. Basato su di un singolo tema sviluppato in modo lineare e corale il brano cresce controllato sia in dinamica che in improvvisazione; la voce del sax soprano più che pastorale sembra evocare istinti antichi con passaggi tra il gestuale, la variazione tematica e l'onomatopea; il piano  si interallaccia e la sezione ritmica varia tra lo sparso e la corposità del timbro. Il risultato é un impasto organico di un collettivo che si presenta come soggetto più che una serie di individualità; richiede un ascolto polifonico per un apprezzamento compiuto.

La collegialità del progetto si manifesta anche nei diversi contributi compositivi degli artisti che, tutti, sono chiamati a firmare alternativamente dei propri brani. Oltre a Zanisi, padre del pezzo di cui si é parlato, sottolineiamo il contributo di Ferrazza in Suite for Ambria. Una creazione a diversi movimenti con una parte iniziale pervasa di senso folk, un successivo affascinante passaggio cameristico esaltato dal lavoro degli archetti del basso e del violoncello, un crescendo in cui la sezione ritmica evolve in modo dinamico da una logica quasi di marcia a un "tutti" tumultuoso per poi chiudere con umori obliqui tra vaudeville stralunato e melodie non scontate. Un gran bel caleidoscopio di sensazioni.

Per Alluli sottolineiamo la ricerca ipnotica del sound in Spazio Immaterico; qui l'idea si sostiene su ostinati ritmici e base armonica molto semplice, ingredienti utilizzati per lasciar libera una melodia che fluttua in modo delicato, modulata in modo coinvolgente dalla trama tra sax tenore e violoncello che assume aspetti quasi cinematici. Al contrario del brano citato in precedenza in questo caso si apprezza l'esplorazione approfondita di un concetto di base.

Vantaggio si propone con Hoab che, inaspettatamente per un batterista, espone una linea melodica portante ripresa da tutti i membri; dalla chiarezza del sax all'incisività del basso, dalle evoluzioni più astratte del piano al drumming sparso. Un brano più "nervoso" e scattante, forse proprio perché conio del drummer.

Nonostante la pluralità degli interventi il disco risulta opera coerente e compatta a testimonianza di una visione consonante che fa di Revelation un vero e proprio progetto culturalmente multidimensionale in grado di suscitare stimoli e sensazioni molteplici.

In perfetto equilibrio tra sobrietà ed eloquio, eleganza e semplicità, tensione e distensione, il tutto a favore di un superamento dialettico di opposti verso una soluzione decisamente originale. Consigliatissimo.

 

Track List

  • Bubble Town
  • Suite for Ambria
  • Spazio Immaterico
  • Haob
  • Revelation
  • Recitativo
  • Mumbai
  • Il Dirigibile