Live at montreux 1976 (dvd)<small></small>
− Soul, Blues

Nina Simone

Live at montreux 1976 (dvd)

2006 - Eagle Vision
17/01/2007 - di
Per chi non ha avuto la fortuna di vedere Nina Simone dal vivo, e siamo in tanti, questo concerto del 1976 a Montreux è una “piccola” consolazione. Nina è in forma smagliante, la sua voce è davvero strepitosa. Non uno solo aggettivo è usato a sproposito, anzi si fa fatica a descriverla con quelli che già estistono, Nina meriterebbe qualche neologismo che la vestisse con l’unicità che rappresenta.
Quanto sia immenso il personaggio lo dimostra l’attenzione riverente con cui il pubblico ascolta ogni sua parola: il dialogo con la platea è uno degli aspetti più interessanti di questo documento che raccoglie, prima degli extra, un concerto con sei brani che rappresentano una preziosa goccia della superba classe di Nina Simone. Così luminosa che sue canzoni, sospese tra jazz, gospel, soul, blues, andrebbero fatte ascoltare nelle scuole, magari nelle ore di musica, così oggi malamente spese nelle scuole dell’obbligo.
Nina sale sul palco, si ferma al lungo accanto al piano, il pubblico resta in rispettoso silenzio, ammutolito a pesare le emozioni che arriveranno. Il live parte da lontano, dall’antica “Little Girl Blue”, canzone che regala subito intensi brividi, prosegue con una superba interpretazione di “Backlash Blues”, e chiude il trittico iniziale (che da solo vale il prezzo del dvd) con la sempre immensa “Be My Husband”.
Nina interagisce spesso con il pubblico, con una battuta e un sorriso scioglie anche la tensione per la solita asta che non regge il microfono, ma quando intima ad uno spettatore di stare seduto non sta ridendo. La sua musica, le sue parole, esigono rispetto perchè vanno ben oltre la magnificenza delle note. I suoi testi raccontano un impegno vissuto sulla propria pelle, quella di una donna che ha dovuto piegarsi ai torti e alle ingiustizie, ma ha sempre saputo rialzarsi con forza e orgoglio. E in questo senso “Four Women”, brano incluso negli extra della sua terza apparizione al prestigioso Festival svizzero nel 1990, è davvero esemplare per capire quanto fossero oneste e caparbie le sue battaglie, anche all’interno della comunità di colore.
Che la voce di Nina Simone potesse trasformare in un capolavoro qualsiasi brano è cosa nota, ma che il suo carisma fosse così magnetico, la sua personalità così forte, sono elementi che le immagini aiutano a catturare in modo definitivo.

Track List

  • Little Girl Blue|
  • Backlash Blues|
  • Be My Husband|
  • I Wish I Knew (How It Would Feel to Be Free)|
  • Stars/Feelings|
  • African Mailman|
  • Someone to Watch Over Me|
  • My Baby Just Cares for Me|
  • I Loves You Porgy|
  • Liberian Calypso|
  • Four Women/Mississippi Goddam|
  • Ne Me Quitte Pas (Don´t Leave Me)