Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards the Light<small></small>
Emergenti − Songwriting − Cinematic, folk, jazz

Manuel Volpe

Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards the Light

2013 - Goat Man Records/Audioglobe/Digitalea/The Orchard
12/06/2013 - di
La giovinezza non è sempre garanzia di innovazione ma nel caso di Manuel Volpe diventa una certezza di qualità e modernità.
Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards the Light è il disco d'esordio per il giovane cantautore classe 1988. Le sue sono profonde radici nel Folk Acustico e nel Jazz contemporaneo declinate in maniera ricercata e non banale.

Polistrumentista ed ex bassista dei Bhava, Manuel tenta la carriera da solista presentando nove tracce intense.
L'album è una miscela di suoni dark di matrice molto anglosassone e di sonorità dell'est nella scelta degli arrangiamenti. Ricercato sì, ma mai barocco, profondo ma non pesante, Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards the Light è un prodotto già maturo che si allontana dai consueti album d'esordio.

La ricerca del sé è molto evidente e nell'ascolto del disco i pensieri viaggiano in un ambiente arcano di una metropoli odierna. Il timbro vocale poi ricorda i vari Mark Knopfler,Tom Waits e Paolo Conte ma senza ricalcare forzatamente le loro orme.
I brani A ruin,The latest rose e Maria Magdalena sono quelli che più rimangono impressi. Si distinguono anche Dog's heart e The bored. Testi asciutti che si adeguano con stile alle note composte.

“Nulla altera le qualità materiali della voce quanto il fatto di contenere il pensiero” sosteneva Marcel Proust scrittore, saggista e critico letterario francese. Manuel Volpe deve quindi la sua voce alla qualità e profondità del suo pensiero.

Gloom Lies Beside Me As I Turn My Face Towards the Light è quindi un disco curato, atteso a lungo, quasi tre anni, per offrire solo un lavoro di pregio.
Una cura attenta che può solo dare ottimi frutti soprattutto all'estero, poiché risulta un prodotto facilmente esportabile che può dare solo grande lustro al cantautorato italiano moderno.

Track List

  • A ruin
  • The latest rose
  • Lay to rest
  • The woeful harbour
  • Penumbra
  • Dog's heart
  • Maria Magdalena
  • Porto Empedocle
  • The bored