Serenata per chi è nervoso<small></small>
Italiana • Canzone d`autore

Luca Carocci Serenata per chi è nervoso

2021 - FioriRari / Believe

16/11/2021 di Arianna Marsico

#Luca Carocci#Italiana#Canzone d`autore

Luca Carocci vive ad Artena, non lontano da Colleferro. Ai tempi della brutale uccisione di Willy a Colleferro per l'appunto, fu intervistato da Diego Bianchi a Propaganda Live. Dalle sue parole emergeva un’analisi precisa come poche del "vuoto" che alberga in certe cittadine di provincia (ma anche in certe periferie metropolitane) e che crea un terreno fertile per la violenza. Questa capacità di osservare la realtà la ritroviamo anche nel suo nuovo disco Serenata per chi è nervoso.

L’album arriva a cinque anni da Missili e somari (2016), è totalmente autoprodotto ed è ricco di ospiti. Se Ilaria Graziano, Alessandro Pieravanti e Emanuele Galoni prestano la loro voci, non sono pochi i musicisti che partecipano, ad esempio Roberto Angelini, José Ramon Caraballo Armas, Andrea Ruggiero e Valentina Del Re.

La title-track, con il suo incedere consolante e cullante, è dedicata a “chi semina senza raccogliere, a chi sente il vento sulla faccia, a chi ha smesso di crederci perché lo sapeva già”. Ma se ci pensa un attimo, ognuno di noi spesso e volentieri afferma di essere nervoso per un qualche motivo, nervosismo e stress sembrano essere diventati leit - motiv delle nostre esistenze, ed ecco che ritorna la sopracitata capacità di analisi, di parlare ad ognuno di noi.

Carocci lo fa con un approccio cantautorale, brani come Tu mi ricordi l’estate e Aspetterò Febbraio portano subito a Francesco De Gregori. Il linguaggio è però meno ermetico, più colloquiale, più vicino alla musica popolare (si senta il finale di Serenata per chi è nervoso).  L’insuccesso mi ha dato alla testa, con il suo tocco latino – americano e il calore delle percussioni, saluta come una catarsi il fallimento, in una società in cui sembra obbligatorio primeggiare anche mentre si fanno cose banalissime.

Ogni volta che dormo da sveglio è un elenco di inciampi quotidiani, e sembra di immaginarsi Luca che la canta davanti allo specchio, appena sveglio, ancora un po’ stropicciato dal sonno, con le dita che sapienti si muovono tra i tasti della chitarra.

Serenata per chi è nervoso è per chi non si sente mai arrivato, chi si sente sempre un po’ funambolo e a volte perde l’equilibrio. Però si alza e ci prova a risalire su quella fune traballante, sapendo che l’applauso della vita non arriva sempre. Eppure a volte arriva.

Track List

  • Tu mi ricordi l`estate
  • Aspettero` febbraio
  • L`insuccesso mi ha dato alla testa
  • La parte di me
  • Il segno del costume
  • Ogni volta che dormo da sveglio
  • Roma/Milano
  • Serenata per chi e` nervoso

Articoli Collegati

Luca Carocci

Missili e Somari

Recensione di Laura Bianchi