Smoothly <small></small>
Jazz Blues Black • Jazz • Smooth Jazz

B.F. Project Smoothly

2021 - TRP Music

20/07/2021 di Aldo Pedron

#Jazz Blues Black#Jazz

Due musicisti importanti, di talento, con una storia artistica completamente differente.
Alberto Fichera proviene da numerose esperienze in veste di clarinettista soprattutto nell’ambito della musica classica, circuito che gli ha permesso di collaborare con artisti blasonati a livello mondiale, fra cui Ennio Morricone e Nicola Piovani, oltre a condividere il palco con l’Orchestra Italiana del Cinema con la quale si è esibito in Cina, mentre in Giappone ha calcato il palcoscenico, in qualità di primo clarinetto.

Luca Barbato invece, batterista fin da piccolo, ha seguito le orme del padre musicista partecipando a numerosi seminari con artisti del calibro di Dave Weckl e Chris Coleman e ha stretto collaborazioni con molti musicisti di grande caratura come Maurizio Dei Lazzaretti, Ciro Manna, Nicola Giammarinaro, Mario Guarini (qui presente nel disco Smoothly). Nel pop, invece, collabora stabilmente con la cantante Giovanna D’Angi.

Il BF Project nasce dunque da un esordiente duo di musicisti siciliani e il cui nome proviene dai due protagonisti, amici e musicisti, Alberto Fichera (sax tenore, clarinetto) e Luca Barbato (batteria) alla ricerca delle loro passioni per le fusioni stilistiche nell’ambito della musica jazz. Al progetto discografico naturalmente partecipano alcuni ospiti di fama nazionale quali il pianista Seby Burgio considerato il terzo elemento essenziale nella band in quanto curatore di tutti gli arrangiamenti, il bassista Mario Guarini, il percussionista Daniele Leucci e il trombettista Nicola Tariello.

Smoothly che significa liscio come l’olio, senza intoppi, uniformemente, ma è anche una sorta di stile soft-jazz, è decisamente un album poliedrico come lo sono i musicisti stessi e la metamorfosi e la genesi che si è venuta a creare nel progetto e nei vari brani hanno tutti il comune denominatore di voler essere un inno alla vita, ad essere costruttivi e a viverla allegramente o dolcemente cogliendone nella semplicità la sua naturale evoluzione. 

Un album strumentale, un volo pindarico con suoni esoterici con clarinetto e moog come nella splendida e iniziale Eyes Of Joy uscita unicamente dalla mente e dal cuore pulsante di Alberto Fichera. 
La loro è una musica ricca di groove e piena di bassi, 10 composizioni scritte da Fichera & Barbato (eccetto la prima traccia composta da Alberto Fichera) e dove il filo conduttore è la stretta amicizia con numerosi professionisti e per questo l’album risulta ricco di collaborazioni siciliane.
Pareo si rifà ai suoni latin-jazz e groove di Oyo Como Va (Tito Puente e poi Santana) per poi evolversi suoni di jazz improvvisato. 4 You è un esercizio strumentale con il contrabbasso di Carmelo Venuto, il saxdi Alberto Fichera e il wurlitzer di Seby Burgio in evidenza.


Gli strumenti aggiunti nei vari brani sono: Nicola Tariello tromba in Cumbao, Lat-In-Soul e Summer Funky , Salvo Finocchiaro al Fender Rhodes in Pareo, China Blues e Lat-In-Soul e assolo di synth in Summer Funky, Giacomo Patti al basso elettrico in Eyes of Joy e Ramble, Mario Guarini invece al basso in Pareo e in Ellis Island, Salvo Barbato padre di Luca al basso in Lat-In-Soul, Smoothly e Summer Funky, Carmelo Venuto al contrabbasso in 4 You, China Blues e Cumbao, Daniele Leucci  alle percussioni in Pareo, Cumbao e Summer Funky ma soprattutto uno dei maggiori talenti del giorno d’oggi, quel Seby Burgio al Fender Rhodes e Moog in Eyes of Joy, Wurlitzer in 4 You, organo Hammond e Fender Rhodes in Ellis Island, pianoforte in Cumbao, pianoforte in  Wurlitzer e Moog in Ramble, pianoforte e synth in Smoothly, pianoforte e Moog in Summer Funky

Smoothly come dice il titolo stesso è smooth-jazz, ossia un genere caratterizzato dalla semplificazione delle complessità armoniche e improvvisative del jazz, con maggior enfasi sulle melodie, con sonorità più rilassanti rispetto alla fusion o al funk, e quindi molto più orecchiabile e commerciabile soprattutto per quanto concerne la diffusione radiofonica. In qualche brano emerge un lato funk, in qualcun altro il lato fusion, in alcuni pezzi il jazz classico a conferma della bravura dei vari strumentisti nel creare chill-out e musica d’atmosfera. Non sfuggono sonorità proprie degli anni ’70 scaturite da strumenti musicali dell’epoca come Hammond, Wurlitzer, Moog e Fender Rhodes. Anche musicalmente Smoothly sembra rivolgersi in particolare a quel decennio con qualche arrangiamento più incline ai tempi moderni e al nuovo millennio.

Un album piacevole, gradevole, ben suonato che si ascolta con grande piacere che era il vero obiettivo indubbiamente centrato di questi due talentuosi artisti italiani in ambito jazz.

 

 

Track List

  • Eyes of Joy
  • Pareo
  • 4 U
  • Ellis Island
  • China Blues
  • Cumbao
  • Ramble
  • Lat-In-Soul
  • Smoothly
  • Summer Funky