Resistenze Elettriche <small></small>
Rock Internazionale − Rock − Prog

Lo Zoo Di Berlino

Resistenze Elettriche

2019 - Consorzio ZdB / New Model Labe
14/03/2020 - di
In tempi come quelli che viviamo vi sono passioni che possono permetterci di vivere con una, si spera, maggiore leggerezza, consapevoli che prima o poi tutto ciò dovrà finire. Vivere in casa ai tempi del Covid-19 permette di riprendere in mano dischi, libri, film, piccole attività che tanto rimpiangiamo non poter svolgere nei cosiddetti "tempi normali". E allora, parlando di musica, eccomi ritornare, pur con colpevole ritardo lo ammetto, sui ragazzi dello Zoo di Berlino, dei quali avevo avuto modo di scrivere un`anno e mezzo fa, dopo averli visti in concerto insieme a Patrizio Fariselli, nome storico del Rock italiano che, a beneficio dei giovani che dovessero imbattersi in queste righe, è stato uno dei componenti degli Area, il gruppo guidato da Demetrio Stratos, che ci ha lasciato pagine importanti nella storia discografica di questo paese.

Resistenze Elettriche è il più recente lavoro della band formata da Diego “Echo” Pettinelli, Massimiliano “Max” Bergo e Andrea “Shelving” Pettinelli, ai quali si affianca Fariselli, pur con passaggi che non possono non rimandare a certe sonorità che fecero degli Area la band di cui si è detto, mantiene vive peculiarità proprie del gruppo che, proprio per questa ragione, lo rendono interessante anche a chi, come il sottosctitto non ha mai bazzicato troppo le lande popolate dalla musica che lo ZdB offre agli ascoltatori. Ecco quindi che la scelta dei pezzi ha una sua logicità, oltre a mettere in luce il gusto della band, a partire da Internationale Impro riproponendola con un arrangiamento che che parte dal Jazz per poi deragliare nel noise/punk. Eléphant Blanc Impro è ricco di vecchie atmosfere che il  Moog di Fariselli torna a far rivivere. E se Aria mantiene vive e definite atmosfere inusuali ai tempi d`oggi, De Waiting War (from Pratella’s War) è decisamente spiazzante, pregna di atmosfere noise e devianti.

Control Freak è una celebrazione di sonorità care a Sterolab ma anche Faust e Neu! si riverberano sullo sfondo. Dei pezzi presenti nella raccolta, è, a mio avviso, quello più riuscito ed interessante. Ganz Egal Marcela Lagarde è un brano dedicato all’attivista politica messicana che coniò il termine “femminicidio”) Marcela Lagarde, vede apparire Christiane Felscherinow  (la celebre Christiane F) che ha fornito alla band delle ottakes di vecchie registrazioni. Chiusura affidata ad una ottima rivisitazione dell`inno partigiano per eccellenza, ovvero Bella Ciao, rivisita in chiave Jazz/Rock. La copertina dell`album offre un bel disegno opera di Mauro Biani che impreziosisce il disco.

Un disco dalle atmosfere intriganti, destinato non solo ai fan del genere, ma anche a tutti coloro che amano ascoltare musiche diverse senza pregiudizi o preconcetti di sorta.

Provate. 

 

 

 

Track List

  • Internationale Impro
  • El├ęphant Blanc Impro
  • Arbeit Impro
  • Aria
  • De Waiting War (from Pratella`s War)
  • Control Freak
  • Ganz Egal Marcela Lagarde
  • Bella Ciao