Tough AsLove<small></small>
Jazz Blues Black − Blues − rock blues

Lindsay Beaver

Tough AsLove

2018 - Alligator / IRD
20/11/2018 - di
Guardando la copertina di Tough As Love si potrebbe pensare ad un album metal o punk, anche perchè Lindsay Beaver, capelli rosso fuoco e tatuaggi, ricorda sicuramente più Siouxsie Sioux o Joan Jett che non Mavis Staples o Shemekia Copeland.

Lindsay Beaver, trentatré anni, orginaria di Halifax in Canada, ha fatto di Austin in Texas la sua casa. Musicalmente si è formata  con il canto classico e ha iniziato a suonare la batteria seguendo i canoni del jazz. Nella sua vita, però, ha ascoltato di tutto, iniziando a undici anni dall’hip hop con Tupac Shakur.

A quattordici anni, però, avviene un “incontro musicale” che le cambierà la vita: Lindsay ascolta Jimi Hendrix e da quel momento qualsiasi canone, stereotipo o regola musicale imparata fino ad allora verrà stravolto. Lindsay inizia a muovere i suoi passi all’interno del genere “roots”.C’è, però, un problema: non riesce a trovare un batterista e un cantante che le piacciano e così la soluzione migliore è anche la più semplice: sarà lei a cantare e a suonare la batteria.

In questo modo è nato Tough As Love, pubblicato da Alligator Records, etichetta blues indipendente fondata nel 1971 e che può vantare artisti del calibro di Buddy Guy, Koko Taylor, Albert Collins e Mavis Staples. La vera forza di questa etichetta, in aggiunta alla specificità di genere musicale, è data dalla ricerca e dallo spazio dato a nuovi artisti.

Tough As Love è un album blues con incursioni nel mondo rock, soul e con inflessioni punk.

You’re Evil e Too Cold to Cry, le prime due tracce, sono molto potenti. Sono due brani che mettono in particolare evidenza la voce di Lindsay: piena nel primo, più graffiante nel secondo. In What a Fool You’ve Been si aggiungono i fiati che danno particolare calore al brano. Da Nashville è come se ci si trasferisse a New Orleans. You Hurt Me è il brano che mette maggiormente in evidenza la somiglianza vocale con Amy Winehouse, a cui Lindsay è stata paragonata vocalmente. Don’t Be Afraid of Love è un brano rock in cui è predominante la presenza del pianoforte. Ricorda nelle sonorità e nell’impostazione Great Balls of Fire. Dangerous è il brano che sottolinea le doti alla batteria e percussioni di Lindsay Beaver, mentre Oh Yeah ricorda nei suoni il garage rock o il pub rock di gruppi come i Sonics o i Dr. Feelgood di Wilko Johnson.

Tough As Love è in generale un buon disco, in cui sia le parti vocali che le parti musicali sono ben strutturate e ben amalgamate. E’ un disco passionale e lo si capisce anche dal titolo scelto. L’amore, soprattutto quando è davvero profondo, è probabilmente il sentimento più duro e difficile da controllare.

Lindsay Beaver dimostra sicuramente di avere un grande carisma, una notevole personalità e una grande voce. Ciò che forse manca è una vera identità stilistica e un’anima, perché il blues viene dall’anima ed è per l’anima.

Track List

  • You’re Evil
  • Too Cold To Cry
  • What a Fool You’ve Been
  • You Hurt Me
  • Don’t Be Afraid of Love
  • I Got Love If You Want It
  • Dangerous
  • Oh Yeah
  • Lost Cause
  • She’ll Be Gone
  • Let’s Rock
  • Mean To Me