Dream It All Away<small></small>
Americana − Roots

Leeroy Stagger

Dream It All Away

2015 - Blue Rose Records / IRD
10/10/2015 - di
Dream it all away è il titolo del nuovo lavoro di Leeroy Stagger, singer-songwriter canadese cresciuto nella parte rurale della British Columbia, autore molto prolifico che in una dozzina di anni  ha realizzato la bellezza di dieci dischi.

Leeroy spazia dall’americana  al roots rock, con influenze folk e country, con chiari riferimenti, fatte le debite proporzioni, ad artisti come John Mellecamp, Ryan Adams, Tom Petty.

Le dieci canzoni che compongono il lavoro scivolano via bene, si ascoltano con piacere  e ricordano a tratti gli importanti nomi di riferimento,  ma alla fine ti chiedi cosa ti ha colpito  e cosa ti rimane del disco, e il bilancio è piuttosto contenuto.

Il lavoro parte con due brani decisamente rock , Something beautiful, con forte influenze del rock di matrice americana anni ’80 e One perfet wave  con una bella slide in evidenza, per poi virare su brani più soffici, tra ballate pettyane come in  Happy Too, Living in America, scritta con Tim Easton, un autore che meriterebbe maggiore fortuna,  splendida dolce ballata folk-rock con la voce di Leeroy che regala emozioni, la bella ballata elettroacustica Dream  e la dylaniana New music biz blues  che vede anche Tim Easton alla chitarra.

 C’è anche   un brano che stacca decisamente con il resto del disco: Poison the well, blues scuro e sporco, di buon impatto, e l’album si chiude poi con due brani decisamente folk, il folk rurale di Ten long years e Angry young man, country-folk  che ricorda il primo Ryan Adams

Questo nuovo disco conferma sia l’ impressione positiva, ci sono infatti come al solito delle buone  canzoni,  sia quella negativa, cioè  la sua difficoltà nell’avere quel quid, quel guizzo compositivo necessario per uscire dall’ anonimato e diventare, se non una star di prima grandezza come lo sono i suoi principali artisti di riferimento, almeno un artista cult di grande rispetto che lasci un segno, più o meno profondo,  nella affollata platea della musica americana.  

Forse servirebbe fare qualche disco meno di frequente e concentrarsi sulla crescita compositiva per fare il salto di qualità necessario a questo punto della  sua carriera musicale.  

 

 

 

Track List

  • Something beautiful
  • One perfect wave
  • Happy too
  • Living in America
  • I feel it all
  • New music biz blues
  • Poison the well
  • Dream
  • Ten long years
  • Angry young man