Speed, Sound, Lonely KV <small></small>
Rock Internazionale • Folk • Country - Indie Rock

Kurt Vile Speed, Sound, Lonely KV

2020 - Matador Records

03/01/2021 di Gianluca Crugnola

#Kurt Vile #Rock Internazionale#Folk #Kurt Vile #Dan Auerbach #Matador Records

Il nuovo Ep di Kurt Vile è un trasporto sonoro agrodolce che si snoda tra melodie orecchiabili, stravaganti e grandi emozioni percepite quasi visivamente, immagini materializzate dai cinque brani inclusi nel disco. Questa produzione del songwriter ha radici lontane e diverse collaborazione, partecipazioni importanti (Dan Auerbach - The Black Keys, Matt Sweeney - Zwan e la crème di musicisti nashvilliani) sviluppate, registrate grazie a diversi passaggi a Nashville e molti palchi condivisi con il compianto John Prine.

Il viaggio condotto musicalmente da Vile parte dal leggendario studio The Butcher Shoppe, centro spirituale della scena cittadina, con un primo omaggio all'opera di Prine, idolo del musicista di Philadelphia ex The War On Drugs, è la sognante Speed Of The Sound Of Loneliness, una meraviglia, brano riletto con delicatezza e grande rispetto che conduce l'ascolto su polverose strade tipicamente americane, attraverso pianure infinite, un saliscendi emozionale che lascia intravedere la West Coast ma profuma di Sud, quel Sud, terra grassa e fertile di suoni, storie e pathos. La seconda traccia è anch'essa una cover, Gone Girl, tributo raffinato a Jack Clement e la sua vena folk-country. Segue uno dei due inediti di Vile, Dandelions, canzone che intreccia, incrocia perfettamente le vie di questo girovagare, questo immaginare affascinanti paesaggi e accattivanti atmosfere che si palesano con la musica di Kurt, carburante per l'auto che procede, accellera prima di accostare e accogliere il protagonista virtuale di questo viatico, di questa ricerca artistica interiore, John Prine.

How Lucky, duetto vero e proprio che si presta a pezzo forte dell'Ep. Il brano scelto dalla discografia di Prine è del '79, Pink Cadillac l'album in questione; How Lucky è una canzone straordinaria che mostra il genio cantautorale di John unito al talento, allo stile chitarristico di Kurt e il risultato è sorprendente, un picco che eleva tutto il lavoro e omaggia più che dignitosamente la carriera di uno dei miti folk d'oltreoceano. Questo pellegrinaggio votato all'ispirazione artistica, ai riferimenti personali si chiude con il secondo inedito di Vile, Pearls. Speed, Sound, Lonely KV è un adorabile compagno di scorribande on the road, è vento sul viso, una brezza leggera, calda che lascia "alle spalle confusione e assurdità per compiere l'unica e nobile funzione...andare" .. (Cit. On The Road, J.Kerouac)

Track List

  • Speed of the Sound of Loneliness
  • Gone Girl
  • Dandelions
  • How Lucky (with John Prine)
  • Pearls