Action, please!<small></small>
− Italiana, Indie

KØbenhavn Store

Action, please!

2008 - 42 RECORDS
17/01/2008 - di
La band piacentina guidata da Giulio Fonseca giunge con questo lavoro al terzo disco. Diciamo da subito che il filone musicale in cui inserire la band è quello dell’indie-rock, del post-rock e dell’elettronica.
Detto questo non lasciatevi ingannare: chi segue Mescalina.it sa con quanta attenzione vengano trattati questi dischi, molto vicini alla moda di un periodo tanto da essere spesso e volentieri sopravvalutati.
“Action, please!” non è un disco folgorante nell’immediato, ma offre un piacevolissimo ascolto che lascia aperto uno spiraglio non indifferente verso una ricerca sonora più raffinata di molti altri.
Si fanno sentire gli ascolti dei componenti del gruppo, che tendono spesso all’elettronica, al glitch, creando spazi ed architetture sonore interessanti.
Se molte band indie, da almeno un anno a questa parte, guardano all’area tedesca e agli anni Ottanta come solo punto d’ispirazione, Kobenhavn Store si spinge più in alto andando verso la Scandinavia, verso i ghiacci e le atmosfere pure e rarefatte dei Sigur Ros o delle Amiina, ma con un deciso apporto elettronico e un’ottima gestione dell’arrangiamento.
A questa cura del suono si aggiungono le piacevoli influenze sviluppate da molteplici ascolti: sono influenze positive, fatte di citazioni consce e inconsce che denotano un’attenzione e un’immersione nel proprio lavoro discografico. Infatti a parte i gruppi a cui tanti li avvicinano (Mum, Mogwai, Sigur Ros, Mercuri Rev), di brano in brano si trovano piccoli passaggi che fanno pensare ad un’evoluzione di alcune sonorità delle Lali Puna (“Gardens. V3”) o dei Poliphonic Spree (l’apertura della voce in “Balck rebel tricycle club”).
In un periodo in cui escono molti dischi indipendenti di dubbia incisività, spesso incapaci di lasciare un segno che li distingua dalla scia di una tendenza di settore, è necessario dare tempo all’ascolto. “Action, please” merita di essere considerato in questa prospettiva più a lungo termine.

Track List

  • Postcore|
  • Ants marching on|
  • We came down from the north|
  • 23.03|
  • Black rebel tricycle band|
  • Gardens. V3|
  • A real twilight|
  • The cold season