Dream factor<small></small>
− Blues

Jack Casady

Dream factor

2003 - EAGLE RECORDS
17/12/2003 - di
Jack Casady è noto per aver fatto da braccio destro a Jorma Kaukonen prima nei Jefferson Airplane, poi negli Hot tuna e quindi anche nel corso della sua carriera solista. In realtà Casady è stato membro fondatore di queste due storiche band della West Coast, ma, per il fatto di suonare il basso e per via di un carattere ancora più schivo di quello del suo compagno, è sempre stato considerato un gregario di lusso.
Nonostante numerose collaborazioni anche con artisti di grido come Jimi Hendrix, David Crosby, Warren Zevon e Gov´t Mule, questo bassista di Washington non ha mai cercato la luce dei riflettori e ha sempre preferito concentrarsi sulla soddisfazione che deriva esclusivamente dal fare musica in sé.
Adesso, all’età di quasi sessant’anni, pubblica il suo primo disco solista e lo fa continuando su quella che è la sua linea artistica ed umana: “Dream factor” è la prosecuzione naturale di quanto fatto finora da Casady. Un approdo che non poteva mancare ad un musicista del genere.
Jack ha raccolto undici brani, quasi tutti scritti da lui nel corso degli anni, si è fatto aiutare dai soliti amici e ha composto un album che riassume il suo suono e la sua carriera.
Non bisogna quindi aspettarsi un disco strumentale o da jam-band, perché Casady ha sempre messo la sua tecnica a servizio della canzone, rock, country o blues che fosse. “Dream factor” è esempio di uno stile da “signore del rock”. Basta scorrere la lista degli ospiti per intuirne la statura: tra gli altri ci sono Warren Haynes (Allman Brothers, Gov’t Mule) Jorma Kaukonen e Paul Barrere (Little Feat), nomi eclatanti, ma sempre e solo all’interno di una musica d’alta qualità.
Le undici tracce alternano battute di blues e di southern rock a delle ballate in cui si respira l’aria di San Francisco e della West Coast. Niente di nostalgico o di semplicemente riassuntivo, perché la caratura del suono e di ogni singolo pezzo è notevole: il fatto che al canto ci sia la voce di Barrere piuttosto che quella carica di soul di Ivan Neville o la coppia Jim Brunberg / Jeff Pehrson dei Box Set, porta solo sfumature diverse, ma nessuna caduta di tono. Lo stesso vale dal punto di vista strumentale: alle chitarre si aggiungono Doyle Bramhall II e Greg Hampton, le parti di organo sono sostenute da Steffen Presley, mentre alla batteria compare anche un certo Matt Abts.
L’esperienza di una vita spesa per la musica si percepisce subito dal rock-blues corposo di “Paradise” o da una ballata roots come “Water from a stone”. Poi è solo una questione di gusti personali stabilire se siano più consistenti i giri strumentali di “Outside” o la melodia di “By your side”.
Quello che è fuori discussione è che “Dream factor” è un disco di classe. Proprio come il suo autore.

Track List

  • Paradise|
  • Water from a stone|
  • Trust somebody|
  • Listen to the wind|
  • Outside|
  • By your side|
  • Daddy´s lil´ girl|
  • Weight of sin|
  • Who you are|
  • Dead letter box|
  • Sweeden