Ultimi<small></small>
Emergenti − Pop − indie-pop, indie-rock

Il Geometra

Ultimi

2015 - Paniko Dischi / Muki Edizioni
15/02/2016 - di
Con Ultimi, Il geometra racconta di battaglie perse, alcune di stampo autobiografico, altre invece improntate sulle sconfitte degli altri, dell’Italia e quindi di tutti. Un fil rouge di pessimismo pervade e collega le undici tracce mentre suoni spiccatamente sintetici si fondono ed al contempo contrastano la legnosità di quella chitarra suonata a mo’ di Mark Knopfler.

Il geometra non è uno ed ha una tripla personalità, sono infatti tre giovani musicisti di Foligno che qualche tempo fa ci avevano regalato La vita è un tutto sommato, il loro promettente primo EP, e dallo stesso salvano ed inserisco in questo nuovo lavoro: Marie Curie, brano che parla di chimica, ma non quella da laboratorio, fanno invece riferimento all’amore e all’autodistruzione; Biblioteche comunali che parla di volti e sensazioni della vita di provincia e Preghiera rossa che si staglia in uno scenario che ricorda quello di Marco Tullio Giordana ne La meglio gioventù, nessun giudizio sulle B.R. piuttosto il brano indaga le scelte della protagonista, che preferisce il terrorismo all’amore.

In Ultimi c’è chi vive ai margini della società, chi preferisce la non vita alla vita, chi vive a riflettori spenti come il protagonista della title track e Dario Hubner, calciatore a cui è dedicata Fari spenti; di incapacità parla Prima dell’isola, e quel dubbio se crescere o restare bambini. Si viaggia nel passato, quello della Prima Repubblica attraverso l’immaginazione e si conoscono quasi personalmente personaggi come Roberto Calvi, anche in questo caso nessun giudizio e nessuna critica, si prova piuttosto a riscrivere la sua vita privata in Banco Ambrosiano.

Ultimi racconta un po’ di tutti, ci si può riconoscere in un brano o in un altro perché ognuno di noi in qualche remoto momento della vita è rimasto in ombra o per scelta o per bisogno, e così Restiamo nascosti potrebbe divenire l’inno di molti. I presupposti per un percorso illuminato ci sono tutti, le scelte musicali del terzetto folignato sono state azzeccate e se da una parte accarezzano suoni dal sapore country/folk dall’altro stanno a passo con i tempi optando per l’artificialità tutta elettronica. Chissà se nel loro prossimo lavoro si continuerà a parlare di sconfitte o di ottimi risultati.

Track List

  • PRIMA DELL`ISOLA
  • BANCO AMBROSIANO
  • RESTIAMO NASCOSTI
  • LE PERSONE BUONE
  • BIBLIOTECHE COMUNALI
  • ULTIMI
  • INFINITI MONDI
  • MARIE CURIE
  • FRANCESCO NON (R)ESISTE
  • FARI SPENTI
  • PREGHIERA ROSSA