Delicato<small></small>
Italiana − Pop

I Traditori

Delicato

2018 -
04/09/2018 - di
La scena pop indipendente italiana, negli ultimissini anni, sta vivendo una sorta di giovinezza. Band nate con l`etichetta Indie cucita addosso sono sbocciate al grande pubblico proponendo un pop elettronico che pesca a piene mani dagli anni `80. E I Traditori rientrano a pieno titolo tra queste band.
I Traditori nascono alla fine del 2013 e in questo 2018 arrivano alla pubblicazione del loro primo disco, Delicato, ma si erano già fatti notare nel 2015 con l`EP Novità. EP che metteva già in mostra l`attitudine al trend del momento, non disdegnando però schitarrate molto più rock-oriented.
In questo primo lavoro sulla lunga distanza la band romagnola mette in scena dieci brani che rappresentano appieno l`idea e le influenze del gruppo. Brani che presentano un pop elettronico con testi che raccontano storie comuni, paradossali e divertenti, anche se con qualche spruzzata di malinconia qua e là.
L`iniziale Povero sfigato ricorda fortemente Lo Stato Sociale, sia nella struttura sia nella linea vocale del brano. L`amore non poteva mancare e viene mostrato in fasi contrapposte, tra Coriandoli che tira fuori delle vene malinconiche all`interno di una storia surreale e Le Carezze che invece punta sul ritmo più allegro e scanzonato. Treno racconta le difficoltà della generazione dei trentenni di oggi nel mondo del lavoro, mentre Le donne, col suo ritmo forsennato, ci parla delle difficoltà a relazionarsi con l`altro sesso di questa generazione.
Tutti e dieci i brani mantengono uno stile e una struttura abbastanza simile, con ritornelli e liriche da canticchiare e che potrebbero fare la fortuna della band, senza troppe variazioni sul tema principale.
I Traditori con Delicato si accodano alla lunga lista di artisti che negli ultimi anni stanno seguendo questo filone pop pseudo indipendente. Il rischio in queste situazioni è il non riuscire ad emergere tra i numerosi prodotti che ogni mese escono fuori. Per evitarlo bisognerebbe riuscire sì a stare nel genere cercando però di distinguersi in qualche dettaglio. I Traditori ci provano principalmente con i loro testi ( parte migliore del disco) ma con una scelta musicale che rischia di renderli anonimi rispetto alla massa. Alcuni buoni spunti da questo lavoro ma ci si aspetta di più dai loro prossimi lavori, visto che alcune buone qualità si vedono.

Track List

  • Povero sfigato
  • Coriandoli
  • Parquet
  • Eri una persona bene
  • Le carezze
  • Interstella
  • Botero
  • Le donne
  • Treno
  • Lignano