I`m the Trobadour<small></small>
Americana − Country − songwriting

Hal Ketchum

I`m the Trobadour

2014 - Music Road Records / IRD
07/12/2014 - di
Trenta anni di attività musicale, una dozzina di album, 5 milioni di dischi venduti, 15 brani nelle Top 10 delle US Country Charts, ma anche nel 1998, la diagnosi di una grave malattia neurologica.

Hal  Ketchum, originario di New York ma con molti anni passati tra Austin e Nashville, dopo sei anni di silenzio e di profonda depressione passati a combattere la malattia, ritorna sulle scene  con questo nuovo lavoro, I’m the Troubadour.

Il potere della musica ha vinto ancora una volta sulle difficoltà della vita e, con l’aiuto della casa discografica Music Road Records di Nashville che lo ha lasciato completamente libero di esprimersi con le nuove canzoni  e la produzione di Jimmy Lafave, ecco Hal Ketchum tornare più forte di prima con questo nuovo album che l’autore considera il suo migliore.

In questo nuovo lavoro, 15 brani, accanto alle sue classiche ballate country  Hal amplia la sua tavolozza musicale,  aggiungendo  qualche nuovo profumo di soul, R&B e blues, realizzando  un disco di immediato impatto con delle sonorità semplici e dolci senza tuttavia essere mai mieloso e soporifero come spesso accade a certe produzioni country made in Nashville.

Si parte con Baby i’m blue, bella ed orecchiabile ballatona country che evidenzia la sua gradevole voce, I’m the Troubadour  singolo di lancio del lavoro, è il brano più atipico di Hal Ketchum  con le sue forti e calde influenze R&B e soul, ma è solo un attimo perché subito dopo con You loving me si ritorna alla classica e struggente  ballata country.

Ci sono anche le reinterpretazioni di due suoi grandi successi degli anni ‘90 : I know where love lives  qui in versione più calda e soul e Stay forever scritta con Benmont Tench, in una versione acustica minimale con atmosfere jazzate. 

Il disco scorre rapidamente tra altre belle ballate come Days like this e I shall remainSweet loreen un blues con venature soul,  Lord help me please una preghiera tra blues e gospel e momenti più ritmati come Midnight works for me, un  classico brano di  country-rock e Chickadee con le sue atmosfere  old time e ricche di (western) swing. 

Molti  i musicisti che suonano in I’m the Troubadour, compreso lo stesso produttore Jimmy Lafave, per un disco gradevole, che sa di cose buone di una volta, con le sue morbide atmosfere, senza grandi picchi artistici ma che si mantiene sempre ad un buon livello, e che ci restituisce uno degli autori ed interpreti del classico country americano.

Ecco  un’altra  bella storia e una lezione di vita  che la musica ci regala. 

Bentornato Hal !

Track List

  • Baby I’m blue
  • I’m the Troubadour
  • You loving me
  • I know where love lives
  • Stay forever
  • Days like this
  • The saddle
  • I shall remain
  • Devil moon
  • Sweet Loreen
  • Lord help me please
  • Midnight works for me
  • Chickadee
  • New Mexican rain