Testasghemba<small></small>
− Etnico, Jazz

Germano Mazzocchetti Ensemble

Testasghemba

2009 - Egea
19/10/2009 - di
Germano Mazzocchetti è un artista abruzzese che non ha bisogno di presentazioni. Dotato di solida formazione musicale ha avuto esperienze giovanili di jazz ed ha poi ottenuto notorietà per i suoi lavori in ambito televisivo, teatrale e cinematografico, filone oggetto di suoi corsi al conservatorio di Bari. Questa attività ha maturato in lui una grande capacità di utilizzare le influenze più disparate per ottenere dei cocktail efficaci allo scopo di volta in volta fissato. L’obiettivo non è la descrizione didascalica o il ritratto realista di situazioni; la musica crea impressioni, che poi il regista utilizza, ma non impone quadri oggettivi. Lo stesso approccio si ha in questo lavoro, che invece di supportare una trama recitata si appoggia ad una serie di quadretti e di strofe realizzati da Nicola Faro nel libretto del CD, del quale fanno parte integrante quasi si trattasse di un lavoro multimediale. Quadretti e strofe si rifanno alla figura del Testasghemba, personaggio dell’infanzia al paese natio di Mazzocchetti, una di quelle figure popolari tipicamente paesane che oggi ormai sono sempre più rare. Mazzocchetti ricorda senza alcuna nostalgia, crea sensazioni ma non spiega alcunché; le tessiture sono tutte imperniate su umori di origine mediterranea diffusi nell’ambiente grazie ad un lavoro di un ensemble che risulta perfettamente integrato. Gli strumenti si alternano in uno schema che pare quasi concertante; una volta il solista è la fisarmonica del leader, che disegna soprattutto linee da ballata o da teatrino popolare, poi la staffetta passa alla viola, che per il suo timbro ricorda echi zigani, quindi interviene il sax soprano in momenti da pastorale ed anche con qualche spruzzata di impro jazz; le percussioni sono in sincronia con la batteria e creano un tappeto coerente con la base etnica del quadro, la chitarra si esprime principalmente su temi latini. Non c’è spazio per l’enumerazione dei singoli brani, che comunque costituiscono una autentica carrellata di quello che si può definire un eccellente lavoro di musica etnica d’autore, ricco di ingredienti che non fanno esplodere o impazzire la miscela. Alla portata di tutti e assolutamente prescritto a chi ha orecchie e cuore per le contaminazioni e la multimedialità d’arte.

Track List

  • Ballo sull’aia
  • La passeggiata su via Etnea
  • Girotondo notturno
  • Sera d’aprile
  • Piazza Garibaldi
  • Terra bella
  • Testasghemba
  • Fanti e santi
  • Il vento e la pioggia
  • Calma apparene
  • Tango burbero