I´ve Buried Your Shoes Down by the Garden<small></small>
Emergenti − Alternative − Rock, indie-rock

Gentless3

I´ve Buried Your Shoes Down by the Garden

2011 - Wild Love Records
31/10/2011 - di
I've buried your shoes down by the garden è l'album che sancisce l'esordio di una formazione siciliana: i Gentless3. La band ragusana, pubblica il suo primo lavoro per la Wild Love Records, e sotto la fortunata stella dell'Arsenale, la Federazione Siciliana delle Arti e della Musica.

Paesaggi desertici ed aridi, e desolate atmosfere fanno da scenario per le sette cupe ballate. L'ambiente è quello scuro e tetro delle abitazioni del secolo scorso, di quelle camere piccole e scarsamente illuminate, le cui luci e ombre erano generate e regolate dalla variazione della fioca fiammella del lume a petrolio. I contorni e le ombre portate degli oggetti erano variabili e dinamici, come le melodie di I've buried your shoes by the garden.

Since'98 è una di quelle ballate alla Nick Cave, intima ed elettrica. In Cameback from è possibile godere della vocalità del frontman, la ballata è cupa e monotona in apertura, ma si apre alla luce nella seconda parte. One busting the sound barrier è tormentata e martellante, intrisa di ritmi incalzanti.
Un lampo è Peggy and the houses; riesce ad illuminare in pochi minuti i cieli dei Gentless3: è questo il brano più brillante dell'album, cosparso di melodie fluide e distese. Labili linee di chitarra per Alphabet City e sperimentalismo per Evidence, che profuma di post rock.

L'album del quartetto siciliano si discosta da ciò che è il panorama musicale italiano odierno, piuttosto vira verso le sonorità del folk rock d'oltreoceano. Si tinge di nero come la “sciara”, come il mare dov'è profondo, ma al contempo è fluido, caldo e corposo come il magma dell'Etna. C'è la Sicilia dentro, quella che crede che sulle spoglie del passato si possa rifondare il nuovo. Poca ridondanza, a favore di melodie scarne ed essenziali. Ritmi puliti e privi di sbavature. L'essere barocco, lo lasciano all'architettura della città che ha dato i natali a Natoli.

I Gentless3 sono: Carlo Natoli, Floriana Grasso, Sebastiano Cataudo e Sergio Occhipinti. I quattro entrano in punta di piedi, per non svegliare chi versa in uno stato di torpore. Gioverebbe alzare al massimo il volume e sperare in un risveglio in extremis.

 

 

Track List

  • SINCE'98
  • CAMEBACK FROM
  • ON BUSTING THE SOUND BARRIER
  • PEGGY AND THE HOUSES
  • WHO'S
  • ALPHABET CITY
  • EVIDENCE