Stillwater<small></small>
Rock Internazionale − Songwriting

Frankie Lee

Stillwater

2019 - Loose Music
16/08/2019 - di
Stillwater è una piccola città tra due colline al centro dell’America, nel Minnesota per l’esattezza. Frankie Lee  arriva da lì. Stillwater è anche un disco che racconta "la vita" in quei territori. Per la registrazione del seguito dell’intrigante American Dreamer, uscito a fine 2014, ma pubblicato negli USA solo nel corso del 2016, e giudicato “debut album of the Year" per la rivista Rolling Stone (quella americana),  Frankie Lee aveva visitato alcuni studi ma tutti si atteggiavano come se fossero delle grandi fabbriche di produzione, ciò era l`opposto di quanto Lee stava cercando. Frankie necessitava solamente dello  studio giusto in cui sentirsi a proprio agio per poter dare corpo a quello che ormai era divenuto chiaro nella sua mente. Era solo questione di tempo.

Un giorno Lee stava camminando per la strada principale della sua città natale e di colpo comprese che poteva restare lì, nella sua hometown, e registrare l’album a casa sua, nell`accezione piena del termine, infatti, voleva registrarlo proprio nella casa nella quale aveva vissuto per buona parte della sua vita. Si tratta di una piccola casa di legno di cedro posta all`estremità settentrionale della città, nascosta nel bosco su una piccola collina. Così egli e i musicisti hanno impacchettato gli strumenti, accordato il vecchio pianoforte verticale e messo un registratore a nastro proprio accanto alla stufa a legna. La musica è stata registrata dalla mattina alla sera per tre giorni di fila.

Nasce così Stillwater, un disco denso di  testi che raccontano la vita e la successiva  fuga da quei  luoghi come in Downtown Lights, dedicata a Jessica Lange che ha vissuto proprio in questa piccola città, ma sopratutto si ascolta un album in cui regna una sorta di percorso di redenzione per chi, tornato a casa dopo aver rasentato la dissoluzione rappresentata nel disco precedente, si trova a confrontarsi con ciò che è stato il proprio passato. Un disco che getta uno sguardo attento, ma anche incuriosito, su ciò che si perde, come la fine di un’amore, risultando alla fine uno dei lavori più belli pubblicati in questo 2019, e non solo a livello di songwriting americano. Frankie Lee non sarà forse la next big thing della musica americana, ma di sicuro si conferma con Stillwater come uno dei più grandi cantautori americani semi-sconosciuti da scoprire assolutamente.

 

 

Track List

  • Speakeasy 5:20
  • Only She Knows 4:04
  • Downtown Lights 4:33
  • In The Blue 4:21
  • (I don`t want to know) John 4:54
  • Blinds 5:28
  • One Wild Bird 4:31
  • Broken Arrow 2:50
  • Ventura 4.16
  • Ventura 04: