Viceversa<small></small>
Italiana − Pop

Francesco Gabbani

Viceversa

2020 - BMG Rights Management
03/03/2020 - di
La scena della musica Pop italiana, negli ultimi cinque anni, ha visto la nascita e l`affermazione del fenomeno Francesco Gabbani. Due imposizioni al Festival di Sanremo nel 2016 e 2017 ( tra le nuove proposte con Amen e tra i big con Occidentali`s Karma) e il secondo posto nell`edizione di quest`anno lo hanno di fatto reso uno degli artisti di maggior successo dell`ultimo lustro. A distanza di tre anni dall`ultimo lavoro Magellano, ecco arrivare il quarto disco in studio di Gabbani, Viceversa.

Le similitudini con il precedente lavoro sono parecchie, sia concettuali sia musicali. Nove brani, circa mezz`ora di musica che si rifà a quelle del disco del 2017. Canzoni con una struttura molto simile tra loro con musica e testi che puntano sull`orecchiabilità, synth pop e sonorità anni `80 si incontrano e creano melodie che seguono le voghe del momento. Per quel che riguarda i testi Gabbani si guarda intorno, il mondo che lo, e ci, circonda, e mette in versi le difficoltà dei nostri tempi.

Einstein apre il disco con un metafisico dialogo tra lo scienziato e il cantante. Ed è uno dei brani migliori del lotto. I controcanti come metafora del mettersi sempre in discussione, la ricerca dell`Io difficile da trovare e al centro il fulcro del brano ( e in parte del disco): “Tutto è relativo”. La successiva Il sudore ci appiccica riprende il discorso di Occidentali`s Karma, tra suoni esotici e giochi di parole, senza averne però la stessa forza. La titletrack Viceversa è il pezzo più solido del disco, dal successo garantito, in pieno stile pop radiofonico, con l`amore come tema centrale. Sulla stessa falsariga Cinesi che però alza leggermente il ritmo ma mantiene il ritornello da canticchiare senza neanche volerlo.

Shambola torna a parlare di amore, ma sulla difficoltà di mantenere un rapporto di coppia, poggiata su un tappeto musicale dal gusto latino. Duemiladiciannove torna a parlare di relatività, della differenza tra l`essere e l`apparire, tornando sulla via del synth-pop più classico. Bomba pacifista parte dall`ossimoro del titolo per criticare la società odierna nel suo cinismo e mancanza di altruismo. La finale Cancellami è l`unico brano che lascia inizialmente la strada del pop elettronico presentandosi come ballata che però esplode nel finale assolo di synth e ci porta dentro la fine di una storia d`amore.

Francesco Gabbani con questo disco si trovava davanti ad un bivio. Proseguire sulla strada tracciata dal precedente lavoro oppure provare a proporre qualcosa di differente, magari utilizzando il talento come paroliere messa in mostra in questi anni. La scelta è caduta sul proseguire sulla strada sicura, come a voler mantenere lo status quo creatosi.

Nove canzoni che hanno tutte la possibilità di trasformarsi in singoli di successo ma forse giusto un paio hanno le potenzialità di incidere fino in fondo. Viceversa è un disco decisamente ben fatto, con buoni spunti ( soprattutto nei testi), ma che sembra lasciare fermo l`autore a quel bivio, sperando che nei prossimi lavori decida di osare di più.

 

Track List

  • Einstein
  • Il sudore ci appiccica
  • Viceversa
  • Cinesi
  • Shambola
  • Duemiladiciannove
  • E` un`altra cosa
  • Bomba Pacifista
  • Cancellami