Cordemar<small></small>
Italiana • Folk

Franca Masu Cordemar

2021 - WMusic

13/07/2021 di Laura Bianchi

#Franca Masu#Italiana#Folk

"The Catalan voice of Sardinia" è la migliore definizione per Franca Masu, cantante e autrice nata e cresciuta, anche artisticamente, ad Alghero, anzi, l’Alguer, città catalana di Sardegna, in cui ancora vive la lingua catalana, tanto che vi si tengono congressi e incontri internazionali, uniti dal tenace legame linguistico.

E Cordemar è il titolo dell'ultimo lavoro dell'artista, presentato dal grande Paolo Fresu in una suggestiva introduzione: "Franca Masu è una sirena che offre un canto di ringraziamento alla sua terra e al suo mare. La si può intravvedere nella bonaccia, tra Capo Caccia e le Baleari, intenta a declamare melodie che sanno di storie femminili tracciate in una onda lunga che porta fino agli oceani lambendo i confini del mondo latino. Cordemar è una invocazione e un voto. Uno splendido e rarefatto ritratto al femminile che solo una sirena può dipingere.

Il disco si compone di cinque brani originali, che rivelano una volta di più la sapienza compositiva di Masu, e che convivono con altrettanti brani d’autore, interpretati con passione e sicurezza da una voce che sa di salsedine e Occidente, screziato da venature orientali, e arrangiati con eleganza dal chitarrista Luca Falomi insieme al contrabbassista Salvatore Maltana e alla pianista Sade Mangiaracina

Fin dalla traccia che dà il titolo all'album, si notano subito la sua forza espressiva e la raffinatezza, nella dolcezza della voce di Masu, nell'intermezzo pianistico con sapore jazzistico, nella chiusa in cui chitarra e piano dialogano in modo struggente. Ma molti altri contributi danno spessore all'ascolto, come Fausto Beccalossi all’accordeon, Max De Aloe all'armonica, o Massimo Russino alla batteria (si ascolti Entre tu i jo per comprendere la sapiente tessitura melodica, esaltata da un ritmo preciso come un metronomo). 

Se l'interpretazione efficace di Masu può essere comprensibile nelle canzoni da lei composte, sorprende invece la tenuta espressiva che la sua voce mantiene anche nei brani altrui; così, affascinano la misura con cui Masu canta un piccolo gioiello di Lauzi, Ti ruberò, dall'atmosfera insieme anni Sessanta e contemporanea, o l'intensità del capolavoro - testamento di Joan Manuel Serrat, Mediterraneo, con la scintillante traduzione in italiano di Gino Paoli, ulteriormente esaltata da un suono perfetto, fra le percussioni della batteria, quelle del piano e gli arpeggi della chitarra.

L'iconico brano di Piazzolla Vuelvo al Sur, poi, viene spogliato di ogni orpello, e quasi recitato da Masu con un'appassionata intensità che ricorda l'indimenticabile Milva, mentre Des De Mallorca a l’Alguer, portata al successo da Maria Del Mar Bonet, riacquista energia moderna grazie a una sorta di scat che esalta il un virtuosismo canoro della voce di Masu. 

Lavoro prezioso, da ascolti ripetuti, che lancia un ponte non solo linguistico, ma di gusto, fra le sponde del Mare Nostrum.



 

Track List

  • Cordemar (Franca Masu / Salvatore Maltana)
  • Entre Tu I Jo (F. Masu / L. Falomi - S. Maltana)
  • Amb Tu Sense Tu (F. Masu / L. Falomi- F.Masu)
  • Desde Mallorca a l`Alguer (A. Garcia Hernandez /Trad. sarda)
  • Ti Rubero` (Bruno Lauzi)
  • Al Cantar (F. Masu / L. Falomi- F. Masu)
  • Voce nao sabe/Se fosse vero (R. Carlos Braga / A. Lamberti /O. Vanoni)
  • Salondra (F. Masu / L.Falomi)
  • Vuelvo Al Sur ( F. E. Solanas / A. Piazzolla)
  • Mediterraneo (J.M. Serrat/ G. Paoli/ L. Raggi)

Articoli Collegati

Franca Masu

Intervista 03/06/2008

Recensione di Christian Verzeletti