Ceremonials<small></small>
Rock Internazionale − Folk − pop

Florence And The Machine

Ceremonials

2011 - Island Records Group/Universal Records Ltd
12/11/2011 - di
Forse non tutti sanno che Florence Welch è tornata, altri non sanno che dietro lo pseudonimo di Florence + The Machine ci sta proprio Lei.
La rossa venticinquenne londinese è tornata con la sua band (The Machine) -dopo lo scoppiettante esordio nel 2009, con l'album Lungs- oggi pubblica la sua seconda fatica che porta il titolo di Ceremonials.

Un disco infestato da mostri, fantasmi e scheletri nell'armadio, nato per celebrare la nonna defunta apparsa in sogno. Voce calda e suadente, potente più che mai, maestosi arrangiamenti e un sound senza tempo: conferiscono all'album un tocco d'eternità.
La bambina che temeva i fantasmi e credeva nell'esistenza dei licantropi è venuta fuori in quest'occasione più grintosa di prima. Dietro la Florence-donna, schiva e malinconica, si nascondono paure e debolezze, ma attraverso la musica Lei è libera ed è forte.

L'artista è cresciuta ha abbandonato i ritmi dello scorso lavoro, presi in prestito dal corollario dell'indie rock, a favore di un sound più maturo. Ceremonials è un album variegato, spazia dal soul, al rock, allo sperimentale, per poi ripercorrere un viaggio a ritroso fino alle origini; un lavoro essenziale ed elaborato al contempo, coniando un genere che Lei stessa etichetta come tribal pop o pop mistico.
É il ricordo di pensieri cupi e di nebbie, che la calda voce di Florence spazza via, trasportandoci in una dimensione ultraterrena.

Only if for a night apre le porte nel regno dei Florence And The Machine, è un inquietante racconto di spiriti. Con Shake it out la “Rossa” si abbandona alle passioni, senza rimpianti (splendida la versione acustica riproposta nell'edizione Deluxe di Ceremonials).
What the water gave me, è il brano che anticipa l'album, è caratterizzato da un inconfondibile strascico orientaleggiante, spirituale ed etereo, porta il nome di un opera dell'artista messicana Frida Kahlo, la lirica invece è un omaggio alla scrittrice Virginia Wolf, da cui Florence trae ispirazione.

Si illumina di pajette e lustrini anni '70, la gioiosa ballata in stile glam rock: Breaking down; infonde carica Lover to lover.
Tracce cupe e scure come la notte, altre invece più luminose di una supernova; è l'album dei contrasti, come quelli che caratterizzano la vita della giovanissima cantante.
É nuovamente al buio in No light, no light, testo che denuncia la posizione di un personaggio diviso tra palco e realtà. Inseriti nell'edizione Deluxe quattro tracce scevre da fasti musicali e da inutili orpelli; quattro tracce che mostrano il già evidente talento ele doti canore di Miss Welch, che strizzando l'occhio all'elettronica, si mette a nudo, abbandonando le ridondanti melodie che dipingono la scena attorno Ceremonials.
Inclusa in questa particolare versione dell'album, Landscape, una demo scartata dall'album tradizionale.

Affascinante ed accattivante è Heartlines, nella quale i ritmi tribali sono fusi assieme all'elettronica. Suoni distorti e cori, facenti parte del cosmo dell'irrequietezza in Leave my body.
Ceremonials è un album ricco e prezioso, Florence ha dimostrato maturità artistica e crescita personale, adesso è una donna ed ha più consapevolezze di quanto Lei possa credere. Ben tornata!

Track List

  • ONLY IF FOR A NIGHT
  • SHAKE IT OUT
  • WHAT THE WATER GAVE ME
  • NEVER LET ME GO
  • BREAKING DOWN
  • LOVER TO LOVER
  • NO LIGHT, NO LIGHT
  • SEVEN DEVILS
  • HEARTLINES
  • SPECTRUM
  • ALL THIS AND HAEVEN TOO
  • LEAVE MY BODY
  • REMAIN NAMELESS
  • STRANGENESS & CHARM
  • BEDROOM HYMNS
  • WHAT THE WATER GAVE ME(demo)
  • LANDSCAPE (demo)
  • HEARTLINES (acustic)
  • SHAKE IT OUT (acustic)
  • BREAKING DOWN (acustic)

Florence And The Machine Altri articoli