The Pink Caves<small></small>
Rock Internazionale − Alternative − indie-rock, indie-pop, dream-pop

Fenster

The Pink Caves

2014 - Morr Music / Goodfellas
06/07/2014 - di
È il loro lavoro più completo, se si esclude Bones di due anni fa e due singoli. Edito per Morr Music di Thomas Morr il quale ancora una volta difende un suo intimo sentire, che col tempo è diventato comune abusare. Passare per la label tedesca vuol dire, si sa, passare dal door selection del patron e i Fenster, a quanto pare, ricevono l`endorsement doveroso dopo la pacca inebriante sulla spalla. The pink caves è stato registrato dentro un alloggio nella parte est della Germania. I locali sono stati debitamente insonorizzati e cablati da studio permettendo ai microfoni di captare gli scricchiolii di un fare domestico (sbatter di porte, tintinnii d`acqua nel pozzo, il ticchettio degli orologi, gli animali nel cortile) catturati dal produttore, Tadklimp, in maniera certosina.

Cosa dire di un lavoro che parla da sé? oltre ai rimandi di genere indietronici, quali Herrmann & Kleine o gli stessi Mum di Finally we are no one, si possono intravedere squarci arty (Hit & run) haze folktronico (Creatures) dream pop in lieve defluire verso lidi RnB (1982) che non cercano un weltanschuung, questo era palese, ma nemmeno aggiungono nuova carne al fuoco al già sentito in tutti questi anni di plinks.

Track List

  • Better Days
  • Sunday Owls
  • In the Walls
  • Cat Emperor
  • True Love
  • The Light
  • Mirrors
  • Fireflies
  • On Repeat
  • Hit & Run
  • 1982
  • Creatures