Live in Texas CD+DVD<small></small>
Jazz Blues Black − Blues − blues gospel

Fabrizio Poggi & Chicken Mambo

Live in Texas CD+DVD

2011 - Ultrasound Records
05/09/2011 - di
Aspettavo questo cd da qualche mese: da quando, tempo, fa Angelina e Fabrizio mi avevano rivelato il progetto di dare alle stampe una testimonianza live di quello che è un concerto di Fabrizio Poggi & Chicken Mambo. Le attese non sono andate deluse, anzi!! Era una vita e forse più che gli chiedevo quando sarebbe arrivato un disco dal vivo.

Sostanzialmente non ci sono sorprese, coloro che hanno assistito ai loro concerti ritroveranno qui le stesse atmosfere, gli stessi umori, gli stessi fluidi corporei annusati nei loro show; poco importa se attorno a loro (e con loro) incrociamo ospiti e musicisti amici che hanno grafitato il loro nome nelle rocce della leggenda della musica Americana: quello che è tangibile è quanto il loro “fare musica” sia cosa viva, pulsante, densa di cuore e fermento, un modo di vivere sentimenti e sogni che travalica latitudini e longitudini.

Dopo gli splendori e i clamori di Mercy e di Spirit & Freedom era lecito non aspettarsi nuovi stupori, semmai conferme (e questo live è una splendida conferma che include altresì una sorprendente & speciale carta vincente di cui parleremo più avanti). Due dischi Mercy e Spirit & Freedom che personalmente considero due side di un unico doppio album dove, aldilà della strepitosa presenza di ospiti notevoli, ravvisiamo una vetta espressiva difficilmente raggiungibile, musica e canzoni in cui scorre lo spirito vitale di un’anima inquieta e senza copertura assicurativa; un’anima che ci rivela un mondo di emozioni e sentimenti, di dolori e gioie, di delusioni e speranze, di brucianti ferite ed entusiasmi che nuotano nell’essenza del blues. Un modo di “intendere il blues” come se fosse sangue che ti rotola realmente dentro ogni angolo della tua entità fisica e spirituale, un rotolante respiro blues & gospel che ti ritrovi pulsare nel  petto pronto a risorgere e rifiorire dalle tue radici ogni volta che stacchi la maschera e cerchi nello specchio i riflessi della tua anima.

Consentitemi un breve inciso biografico per rievocare che nel baule di Fabrizio Poggi possiamo scovare oltre una dozzina di dischi tra i quali voglio ricordare un valente Nuther World inciso a suo tempo anche lui in Texas con la partecipazione di gente come Jerry Jeff Walker, Jimmy La Fave, Merel Bregante, Ponty Bone, Mike Blackey e Donnie Price (hey!!! era il 1998 e fino allora non l’aveva fatto ancora nessuno qualcuno c’è arrivato oggi e lo sbandiera come se avesse preso un nobel) e che è l’autore di due bei libri: “Il Soffio Dell’Anima, armoniche e armonicisti blues” scritto per condividere tutto ciò che ha appreso sull’armonica e l’appassionante “Angeli Perduti Del Mississippi - storie e leggende del blues” (se non li possedete già, cercateli sul suo sito). 

Ma torniamo a parlare di questo bel cd registrato nel settembre dello scorso anno nel corso di un esaltante tour, un disco appassionante e coinvolgente, intenso e denso di emozioni che traspirano ad ogni nota, trascinante ed elettrizzante; dove possiamo ascoltare canzoni vecchie e nuove inebriate da un blues che è macchiato di gospel e radici di Americana. Oltre alla band, composta da Fabrizio (vocal, armonica e diatonic accordion), Gianfranco “French” Scala (guitars), Roberto Re (bass) e Stefano Bartolotti (drums) troviamo una gran numero di amici che hanno voluto partecipare allo show, forse ne dimenticheremo qualcuno (ma se andate a consultare il booklet allegato al cd troverete l’elenco completo con scrupolose indicazioni dei brani in cui sono coinvolti),

Mojo: atmosfere woodoo bluesy e una lancinante armonica introducono Hey Old Mama, questa canzone nasce da un episodio che per Fabrizio rappresenta ben più di un grammy-haward: qualche anno fa si esibì in Mississippi di fronte a una platea eterogenea di tutte le età, a fine concerto Poggi venne avvicinato da un’anziana signora afroamericana di circa 80anni che, prendendolo per un braccio, gli disse , quel gesto gli comunicò in modo del tutto spontaneo che suonando lui era uno di loro, che parlavano la stessa lingua e che i sacrifici di una vita erano riusciti a toccare il cuore di una persona che forse nella sua vita non era mai uscita dal Mississippi ed era cresciuta ascoltando solo quella musica  Hey Old Mama, sangue boogie e un bell’assolo di Floyd Domino (che, come gli altri ospiti, è presente in varie tracks); segue poi Deep Im My Heart con un’armonica vibrante e un bel duetto con Debbi Walton e la fisa di Ponty Bone sullo sfondo. Hole In You Soul è un classico blues con le sue battute ipnotiche, una chitarra in palla e le armoniche tagliano l’aria, Poggi l’ha composta dopo aver letto la scritta sbiadita in un vecchio negozio di dischi nel Mississippi.

La splendida Save Me Jesus è il mio pezzo preferito di questo cd, non perché ci sia dentro la fantastica fisarmonica di Flaco Jimenez che duetta con quella di Ponty Bone, il piano di Floyd Domino, un duetto vocale con Tommy Elskes, il contrabbasso di B.B. Morse, i cori di Cindy Jon Morse e di Annie Acton & Shan Kowert of Shannie, ma perché questa canzone è una preghiera bella, e le preghiere non bisognano di molte parole è una canzone che ti prende, ti trascina e ti coinvolge, un gospel che ti ammalia e ti redime senza che te ne rendi conto.

In King Bisquit Time c’è Marcia Ball (piano & vocals) e la fisa di Ponty srotola colorati ricami. Molto avvincente anche Midnight Train con un eccellente assolo di Floyd Domino, la presenza di Debby Walton e Tommy Elskes, le armoniche imbizzarrite e un pathos; arriva poi la fiammeggiante Mexican Moon, una lucente ballad che attraversa il border, un’accorata storia di sogni e illusioni, di sudori e chimere l’accordion di Flaco Jimenez è cosmico, al basso c’è il fidato pard Donnie Price, possiamo chiedere di più?

Song For Angelina i fans la conoscono tutti, è una presenza fissa in ogni concerto ed è molto più di una song dedicata alla compagna della vita, è un tributo a una piccola luce che nel buio più vischioso ti riporta al calore di casa; I’m On The Road Again: rivoli di fisarmoniche per una piacevolissima ballata che parla della vita on the road di chi fa e vive la musica, infine la gustosa e spumeggiante I Wish To Be In Texas conclude un disco davvero gradevole e ci regala coriandoli di paradiso (che qui fa rima con sorriso), si batte il piedino, ci si unisce al coro e  Flaco, Ponty, Floyd, Fabrizio & pards e le luci della stella solitaria che stanno vorticando attorno a noi  e viene voglia di ricominciare da capo.

Ma non è tutto qua, infatti allegato al cd c’è un’altra carta vincente che, quando la conoscerete, la scoprirete come sorprendente: si tratta di un bel dvd che non è la solita riproposizione di un concerto, c’è buona parte anche di quello, ma è un film che ha per tema la musica, la strada, gli spazi e le emozioni. E’ “IL FILM!”, il racconto non di un tour o di un pellegrinaggio, ma di un viaggio nell’essenza, nello spirito e nell’anima della musica. Intorno ci suono i luoghi, i colori, i suoni, ma dentro c’è un soffio vitale, c’è il calore dell’amicizia, è qualcosa che puoi palpeggiare. E’ il cuore del potere aggregante della musica che non conosce frontiere, i sogni e i luoghi sognati dove imbattersi in gente magari diversa da te ma che respira uguale a te, che respira il blues, che ha un cuore che ascolta blues è un film sull’incontro, sull’amicizia, sullo spazio infinito dell’anima e della libertà della musica che non ha pregiudizi, ma che è solo una strada dove trovare accoglienza. Non vi racconterò il film, (che è stato girato dal bravo Francesco Paolo Paladino), ma lascerò che siate voi a tuffarvi dentro, potreste esserne soggiogati e io non voglio questa responsabilità. In ogni caso: amatevi e fatelo vostro, ne vale la pena.





Track List

  • Mojo
  • Hel Old Mama
  • Deep Im My Heart
  • Hole In You Soul
  • Save Me Jesus
  • King Bisquit Time
  • Midnight Train
  • Mainline
  • Mexican Moon
  • Song For Angelina
  • I’m On The Road Again
  • I Wish To Be In Texas

Fabrizio Poggi & Chicken Mambo Altri articoli