Disperanza<small></small>
− Italiana, Cantautore

Edoardo Cerea

Disperanza

2008 - La locomotiva/Venus
08/02/2008 - di
“Disperanza è come un marchio di fabbrica”: un bel verso della title-track che potrebbe riassumere il senso di questo disco. Un album che vuole trattare esplicitamente, in forma di musica, il tema della precarietà generazionale: i sogni e le disillusioni di una realtà contraddittoria.
Questa la sintesi degli intenti di “Disperanza”. Neologismo decisamente appropriato che riassume in sé quel misto di disperazione e speranza tipica della generazione frustrata. Quella a metà fra i trenta e i quaranta anni, quella in perenne disagio nei confronti del lavoro, dei sentimenti, della società nella quale si trova suo malgrado a camminare giorno dopo giorno. Frustrazione della quale talvolta nutrirsi passivamente come in una confortevole gabbia, o più spesso soccombere sotto il peso di quelli che si rivelano veri e propri castelli di carta.
Edoardo Cerea, artista del quale avevamo apprezzato il precedente album “Come se fosse normale”, ci mette onestà e la schietta attitudine di chi in fondo è consapevole che non farà mai fortuna con il rock, e proprio per questo si rivela la persona più adatta a cantare le parole di Marco Peroni, qui come in tutti i lavori di Cerea autore dei testi. Storie di speranza, appunto. Immagini rubate alla quotidianità, raccontate con lo sguardo di chi dimostra di conoscere bene l’amarezza e il masochistico piacere della mediocrità che una vita sempre in corsa, in perenne bilico, sa regalare.
Il cantato dimesso, quasi trascurato di Cerea è ora un limite, ora funzionale ad un album di rock arrabbiato nelle intenzioni ma leggero nella resa, funzionale quindi fino ad un certo punto allo sviluppo di un tema delicato e scivoloso.
Un album dal doppio volto quindi, apparentemente contraddittorio, fedele specchio di una generazione non ancora adulta, portatrice della malcelata speranza di non volerlo mai diventare. Prigioniera di un marchio di fabbrica, né più né meno.

Track List

  • Disperanza|
  • Trottole|
  • Pomeriggio limpido d’inverno|
  • Vento d’Africa|
  • Filastrocca|
  • La mia impronta|
  • Vivo|
  • Certe cose di me|
  • La mosca|
  • In ogni fede

Edoardo Cerea Altri articoli