Meccanismi e desideri semplici<small></small>
Italiana − Alternative − rock, post-punk, noise

Devocka

Meccanismi e desideri semplici

2018 - Dimora Records
13/08/2018 - di
I Devocka sono un quartetto ferrarese attivo dal 2003, ma solo nel 2006 esordì con Non sento quasi più, al quale seguì un’intensa attività dal vivo che li portò ad aprire concerti per Ulan Bator,  Santo Niente e Perturbazione. Nel 2009 per Perchè Sorridere?!  ci fu la produzione (e la presenza come chitarrista in alcuni pezzi) di Giulio Ragno Favero (Teatro degli Orrori).
Il gruppo è formato da: Igor Tosi (voce, synth, testi),  Alessandro Graziadei (bassi),
Matteo Guandalini (chitarre, synth, drum machine), Ivan Mantovani (batterie, cori) e Stefano Selvatici (chitarre e synth live). Meccanismi e Desideri Semplici, che si avvale della produzione di Fed Nance e del mastering di Manuele Fusaroli, porta avanti una proposta che sa di Litfiba e Diaframma new wave con un  suo sapore epico e letterario.

Un brano come Bestemmia avanza maestoso tra chitarre taglienti. Lezione a Memoria riprende quel senso di sconfitta, quello strisciare nel sordido della vita che troviamo in Morte a credito di Louis-Ferdinand Céline. Quel “Viverla perderla ritrovarla” rende quel senso di disperazione, con i suoni che stridono di quel delirio confuso ed insieme lucido che permea nell’opera del francese.

Siamo già finiti è invece il primo singolo estratto dall’album. Il video tra il grigio ed il viraggio in seppia sottolinea la malinconia e l’ineluttabilità della massificazione, dell’essere folla, del perdersi senza ritrovarsi.

Nel vortice irrompe ex – abrupto con un parlato a cui poi segue un affastellarsi di giri di basso, E’ un vortice che agisce mosso da una forza centripeta, che fa implodere: “non avere più aspettative e cedere/all’amore delle mie ali nel vortice/non avere più aspettative e sciogliersi/infrangersi”

Meccanismi e Desideri Semplici ha dalla sua una grande sincerità e forza emotiva. Serve una maggiore incisività negli arrangiamenti, per far sì che questa sincerità non si dispera e si tatui sulla pelle di chi ascolta.

Track List

  • Storia senza nome
  • Bestemmia
  • Maledetto
  • Lezione a memoria
  • Questa distinzione
  • Un bacio cieco e interminabile
  • Siamo giĆ  finiti
  • Nel vortice
  • Ultimatum di un errore
  • L`apice del masochismo
  • L`imbecille