Preparativi Per La Fine<small></small>
Emergenti

C|o|d

Preparativi Per La Fine

2006 - Fosbury / Audioglobe
30/01/2006 - di
Eleganza, esuberanza, fierezza. Parlano chiaro i c|o|d con il loro ultimo lavoro discografico, "Preparativi Per La Fine"; è la conferma che il gruppo di casa Fosbury ha un lungo percorso davanti. Il suono è diversificato ed eclettico, curato in tutti i particolari, e, come abbiamo appurato vedendoli dal vivo, permette alla band di trasformare ogni live in un evento suonato come fosse l´ultimo. Rimanemmo colpiti per la prima volta dal loro stile ai tempi di "Zapruder" (Ep 2000), uscito per la Virgin, che rispolverava tutta la verve e il glamour di un pop nostrano da tempo assente nel panorama musicale di casa nostra: oggi le formule non sono variate più di tanto, l´elettronica e il rock convivono molto bene, mostrando molti spunti di forza e pochi cali di tensione ("Tsunami") nei contrasti sonori. Il primo impatto è quello che guida l´ascoltatore nelle profonde trame di un rock che a volte si dimostra tagliente, a volte è "solo" intenso e passionale, impegnato a limare i sentimenti, a rivalutare tutte le sensazioni della vita: l´apertura di "Desolèe" regge decisamente il confronto con i precedenti lavori con delle virate in bilico tra un elettro-pop di nuova concezione e un rock caparbio che giunge diretto, capace di scaldare. La via tracciata poi dal programming minimale (Emanuele Lapiana e Fabio Depretis) in "Uno.cinque" è una trama ordita, mentre la strada segnalata da un pianoforte si fa innocua come i piccoli tornanti di una collina dalle pendici dolci. Questo stato catatonico viene superato con i movimenti sincopati più vivaci di "Hitech" prima di assaporare una tensione tutta speciale ben descritta nel testo e nella melodia contrastante di "Lowrenzo". Iniziamo da questo punto cardine a decifrare la musica dei c|o|d, che sembrano forgiare un nuovo ordine di elementi attraverso un metodo comunicativo appassionato e molto dinamico. Che questa musica sia un viaggio che si chiama "Parto" ("ma so che il mondo non è così piccolo"), una generazione che si scopre in "C.i.g.n.i." ("il crepuscolo dei dj"), un dramma che si rivela in "Noiseterapia" ("38 secoli di chemiodura"), il livello è sempre alto e teso grazie sopratutto al carisma autorale delle canzoni di Emanuele Lapiana. La fine non viene mai dichiarata, ma i due brani, "Ascesa" e "L´austerità dei cigni", sono forse i veri titoli di coda, che chiamano e meritano i nostri applausi..

Track List

  • Desolèe
  • |Lowrenzo
  • |Tsunami [graziosamente]
  • |C.i.g.n.i.
  • |Uno.cinque
  • |Canzone contro di me
  • |Hitech
  • |Noiseterapia
  • |Parto [titoli di coda]
  • |[La spettacolare] Ascesa [dei miei ricordi]
  • |L´austerità dei cingni