Bene<small></small>
Italiana − Canzone d`autore − psichedelia, elettronica, pop

Carmine Torchia

Bene

2013 - Rurale / Audioglobe
09/10/2013 - di
Un omaggio ai Pink Floyd (nella coda strumentale di Giorno dopo Giorno), una canzone dedicata a Piero Ciampi (Ma che ne so! a Piero Ciampi), due canzoni riprese dal proprio passato (Cuore ermetico e una rivisitazione de L’astronomo), sfumature cantautorali prese dal passato ma suonate in chiave pop e testi che valgono la pena di essere ascoltati. Tutto questo è Bene, il nuovo disco di Carmine Torchia.

Diciamolo subito: questo disco provoca dipendenza. Impossibile ascoltare uno qualsiasi dei dieci brani senza che ciascun ritornello si insinui nella propria testa senza lasciarla più. Qualunque cosa starete facendo durante l’ascolto, vi ritroverete a saltellare e a canticchiare ogni melodia, ogni strofa, a sorridere per canzoni ironiche come Il bacio del ladro e La cinese e l’italiano, a versare lacrime di nostalgia per brani come Tu e io e a sognare ascoltando una canzone poetica come L’astronomo.

Come ogni cantautore che si rispetti le liriche di Carmine Torchia donano all’ascoltatore spunti di riflessione presi dalla realtà in cui stiamo vivendo. Ne è un esempio A fine mese con parole come “che novità al telegiornale è un fotti fotti generale, gli anni Sessanta erano d’oro e pensi che non hai il lavoro. Ho 30 anni appena, salto pranzo e cena, figli di puttana e l’Italia frana. Rughe sul mio viso, neanche più un sorriso, sono solo spese quelle a fine mese”.

Bel ritratto anche quello dipinto in Case popolari: “Pasquale ha seppellito qui sua moglie e il suo dolore. Nessuno l’ha saputo, neanche io, con lui c’erano i figli, non c’era Dio. (…) Ed evito gli sguardi perché non ho più il coraggio di rispondere con pallidi sorrisi in agonia. La gente mi saluta e pensa che nella mia vita ci stia bene, ma quale bene?”.

E ancora “ma dov’è finito il mondo, me lo chiedo mentre affondo, forse sono andati tutti al mare. Dove si è nascosto il mondo, era nelle piazze, un giorno è sceso con la rabbia a protestare. Si sarà smarrito, in fondo è un incubo così profondo che non sai da dove cominciare. Indico il mio mappamondo, chiedo se si è visto intorno, ma dov’è finito. Cosa si dovrebbe escogitare per ripristinar la verità? Cosa ancora deve capitare per vivere in dignità?” (Dov’è finito il mondo).

Bene è nato dalla collaborazione tra Carmine Torchia e i musicisti Peppe Fortugno e Roberta Cartisano che hanno contribuito alla composizione sonora delle canzoni. È un disco che ha il giusto equilibrio fra testi che parlano dei problemi che la nostra società sta vivendo in questo momento e parole scolpite a mano, frutto di una sensibilità comune a pochi. Assolutamente da non perdere.

Track List

  • MA CHE NE SO (A P.CIAMPI)
  • A FINE MESE
  • IL BACIO DEL LADRO
  • L`ASTRONOMO
  • CUORE ERMETICO
  • DOV`E` FINITO IL MONDO
  • LA CINESE E L`ITALIANO (STORIA DI FUGA E ROCK`N`ROLL)
  • CASE POPOLARI
  • TU E IO
  • GIORNO DOPO GIORNO