Musicanormale<small></small>
Emergenti − Alternative − pop

Capabrò

Musicanormale

2018 - Labella Dischi
06/08/2018 - di
Musicanormale è come un diario di viaggio variegato che viene velocemente sfogliato mescolando i colori, mischiando caricature di cani, pesci e di esseri umani, personaggi probabilmente incontrati e romanzati durante i tantissimi live in giro per l`Italia che hanno fatto nascere questo album di esordio per il gruppo dei marchigiani CaPaBrò che dal palco hanno trasposto la carica ironica nel loro lavoro. Elia Ciabocco (chitarra e cori), Giorgio Pantaloni (batteria e cori) e Diego Brocani (basso e voce principale), con l`aggiunta di Alessandro Corvatta (chitarra e cori) nei live, nascono nel 2014 collezionando concerti e premi in numerosi contest per gruppi emergenti, oltre a dividere il palco con artisti italiani come Rita Pavone, Simone Cristicchi, Irene Grandi, Peppino Di Capri, Tre Allegri Ragazzi Morti, Piotta, Eiffel 65, Nobraino, Bugo, KuTso, Area 765 (ex Ratti della Sabina), Cecco & Cipo, Ruggero de I Timidi, Selton e Gazebo Penguins.

   Al primo ascolto i CaPaBrò appaiono stralunati, per ricevere poi attenzione in seguito per la loro seria ironia sagace, inattesa in alcuni momenti o per lo meno finchè non si entra in sintonia con loro, perchè risulta contagiosa l`allegria trascinante dei ritmi tra valzer, marcette, folk e intepretazioni vocali, come se l`ascoltatore partecipasse direttamente allo spettacolo. Lo stesso gruppo definisce Musicanormale come un “simpatico Decamerone” dei tempi moderni con Maria Antonietta che racconta la storia d`amore (?) tra una ragazza universitaria e un signore benestante, o Cane difettoso divertente racconto, nemmeno troppo fantastico, di un cane chic scelto perchè “i miei padroncini sono gente futurista / han preferito me ad un marmocchio nichilista / ma pochi mesi dopo sembran essersi pentiti / costo come una Ferrari tra dottori e assistiti”.  In otto tracce, anzi in realtà sette e la propedeutica I(struzioni) preliminari, si racconta l`oggi con l`apparente leggerezza di chi sa cosa sta dicendo e può permettersi testi taglienti ricoperti da musica solare che potrebbe ingannare i benpensanti. I passaggi di divertimento che riescono a trasmettere i CaPaBrò sembrano essere il collante di questo gruppo che, ben lontano dal prendersi sul serio, parte dalla realtà veramente osservata per proporla senza scendere a compromessi, anzi dimostrandosi forti dall`esperienza del palcoscenico che sembra averli armati di uno spirito libero e diretto, con la capacità che li contraddistingue: un sguardo critico e dissacrante dell`uomo moderno.

   Se Viva la revolucion! appare dapprima una copia strampalata degli Ska-P, coi brani successivi, invece, i CaPaBrò definiscono una personalità propria molto forte, capace di abbracciare un pubblico molto ampio composto sia da chi cerca ritmi orecchiabili, velocemente assimilabili sia da chi cerca nei testi qualcosa di intelligente e riflessivo che il gruppo sa proporre nelle ultime due tracce, preceduti dalla già nominata I(struzioni) preliminari, una carrellata di riflessioni musicali sul concetto del tanto filosofico e decantato Amore (feat. Cecco e Cipo) che “è un concetto dibattuto da anni / che fa scrivere tante canzoni / io di esempi ne avrei a milioni vi farebbero cadere... le braccia/ ma che la cosa vi piaccia o meno / io ve la spiego in un baleno / che voi siate bellissimi o brutti non importa / l`amore è di tutti... “ e Svuotalalibertà, un`osservazione molto accurata, riguardante la libertà che risulta un termine svuotato di ogni valore propositivo in un momento storico in cui sembra tutto possa essere facilmente raggiungibile. Musicanormale stupisce sul finale, ma lo fa carico dei testi precedenti, e sembra aprire le porte ai CaPaBrò per un proficuo cambio di direzione, più acuto testualmente e più sobrio musicalmente, avendo già attirato il pubblico nel proprio stile e presentando nel loro esordio le diverse sfumature di questo originale gruppo.

Track List

  • Auto-erotismo
  • Viva la Revolucion
  • Sorriderò
  • Maria Antonietta
  • E balla!
  • Cane difettoso
  • I(struzioni) preliminari
  • L`amore
  • Svuotalalibertà