Nel libero arbitrio<small></small>
− Italiana, Cantautore

Beppe Frattaroli

Nel libero arbitrio

2007 - Storie Di Note
21/01/2008 - di
Beppe Frattaroli è un autore, compositore e arrangiatore, abruzzese di nascita e romano di adozione che ha collaborato con molti artisti tra cui Tosca, Paola Turci e Kay McCarthy. Frattaroli è anche autore ed esecutore di musiche di scena per spettacoli teatrali e rassegne letterarie; ha arrangiato e diretto il cd di poesie "Se amando troppo" di Dacia Maraini, edito da Rizzoli; ha scritto le musiche di diversi spot e documentari.
La sua storia discografica comprende fino ad ora due dischi, il primo intitolato “Il viaggio” e l’altro “Per qualcosa di buono”. Questo terzo disco, come il precedente, contribuirà con gli incassi all’aiuto della città di Srebrenica.
Già il titolo ci fa intendere che l’argomento di fondo ha una qualche relazione con Dio. Infatti nelle prime pagine del booklet Frattaroli confessa subito che questo album nasce in concomitanza con l’esperienza degli “Esercizi spirituali nella vita ordinaria” che seguono il metodo di Ignazio di Loiola.
Dal punto di vista dei testi non bisogna aspettarsi dei salmi, però parecchi brani hanno un carattere riflessivo e meditativo, si pongono domande in dialogo con sè stessi, portando in luce il percorso stesso di Frattaroli. Esempio è sicuramente il primo brano in cui la storia di Adamo e di Eva è costruita in modo interessante a livello musicale: la capacità di arrangiatore emerge nell’intro con i cori, nei tappeti sonori fatti dalle tastiere, sottese a tutto il disco che segano un tratto ambientale da non tralasciare.
Si sentono i molti ascolti di Frattaroli: si passa infatti da impressioni che hanno a che fare con Battiato ad un levare iniziale in “Sono chiamato a discernere” che appare ad un primo impatto quasi vicina a Dalla, spostandosi poi su tutt’altro genere.
La cosa piacevole all’ascolto è un suono in parte slegato e autonomo rispetto a quella che è la tendenza del cantautorato italiano degli ultimi anni, senza ovviamente entrare nel campo della sperimentazione di nuovi linguaggi. L’idea dei cori è un tratto caratterizzante; vi è poi il kazoo suonato dallo stesso Frattaroli in “E mentre” che non fa il verso al modo contiano di usarlo. Piacevole anche l’attacco de “Il nemico”.
“Il libero arbitrio” è un disco che si lascia ascoltare con piacere rivelando tratti interessanti di creatività.

Track List

  • Perché hai permesso tutto questo?|
  • Ora|
  • Per vivere armoniosamente|
  • Sono chiamato a discernere|
  • E mentre|
  • Tu bussi|
  • Il nemico|
  • Cerca di mostrarmi|
  • La strada perfetta|
  • Allora rispondo|
  • Vieni avanti|
  • Adesso sono un uomo libero